venerdì, gennaio 22, 2016

steve jobs il film

Secondo biopic su Steve Jobs, stavolta a firma di Danny Boyle, e ancora una volta un ritratto poco luisnghiero del fondatore della Apple, che ne esce ancora come una persona di sicuro talento nel sapersi vendere ma totalmente incapace di avere anche un solo barlume di umanità nei rapporti interpersonali.
Alla fine viene descritto come un uomo superbo, arrogante e vendicativo, talmente pieno di se stesso da non risucire ad essere nemmeno un padre decente (non che di padri indecenti nel mondo non ce ne siano, purtroppo!)
In sostanza (ed io sono d'accordo con questa visione) il vero grande talento di Jobs è quello di essersi saputo vendere, e di saper vendere la propria "visione", ben al di sopra dell'effettiva consistenza materiale. e questa cosa gli è riuscita talmente tanto bene che gli APPLE INVASATI lo vedono ancora come Dio sceso in terra, come l'uomo che ha inventato la tecnologia moderna (tanto per restare nella tecnologia elettronica si andasseroa, ad esempio, ad informare su chi è l'italianissimo Federico Faggin, per capire chi è veramente un genio), mentre invece era semplicemente un uomo e come tutti gli uomini viveva con i suoi pregi e, a quanto pare i suoi tantissimi difetti.
Giudizio tecnico sul film, Danny Boyle è uno dei registi più bravi al mondo, ed infatti questo film è fatto anni luce meglio del precedente (e tra tutte le qualità è molto saggia la scelta di omettere la narrazione della malattia) ma nonostante questo e nonostate il fatto che Fassbender mia piaccia molto come attore e nonostante il fatto che Ashton Kutcher non mi piaccia molto come attore, devo dire che le caratterizzazioni fisiche dei personaggi della versione precendente erano molto migliori, ma quel film aveva una narrazione che proprio non stava in piedi.
Visto come ne esce lo Steve Jobs uomo da questo film, prevedo suicidi di massa da parte degli APPLE INVASATI :-)
scherzi a parte, di sicuro faranno piovere tanta merda su questa visione non idolatrante del personaggio.

mercoledì, gennaio 20, 2016

con un buongiorno così

quando arrivi in ufficio al mattino presto e ti trovi di fronte un panorama così, inevitabilmente ti viene da pensare che questa giornata alla fine di sicuro non potrà essere di merda!

lunedì, gennaio 18, 2016

i palazzi di napoli

una mia foto

la casa sconsiglia Jupiter

La casa sconsiglia JUPITER
Se non avessi visto la bellissima serie SENSE 8, prima di di aver visto questo Jupiter, dopo aver visto il loro precedente film (cloud atlas) avrei dichiarata ormai defunta la carriera cinematografica dei fratelli Wachowski, perchè anche questo Jupiter è poco più che un'accozzaglia di idee fantascientifiche veramente poco brillanti ma soprattuto per nulla originali, e nemmeno mi spreco a raccontarvi un po di trama.
Tra le tante negatività, si profila sempre più l'etichetta per Eddie Redmayne (premio oscar per la teoria del tutto) di attore molto sopravvalutato, il suo regnate nichilista, frustrato ed eternamente insoddisfatto è, a tratti insopportabile, e a tratti deprimente.
se volete investire del tempo per vedere qualcosa dei wachowski guardate sense 8.
La casa sconsiglia la visione di JUPITER