martedì, giugno 23, 2015

Immigrazione o emigrazione?

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/11705067/emigranti-100mila-italiani--il-doppio.html?refresh_ce

La fonte è caritas, quindi presumo piuttosto attendibile.
Salvini & co. (Ma non solo loro) vogliono farci credere che il principale problema italiano siano gli immigrati (che tra l'altro spesso mischiano impropriamente coi profughi)
Mentre invece il problema vero è proprio l'opposto, sono gli italiani che se ne vanno, a causa della disoccupazione e della cattiva politca (di cui i personaggi di sopra sono attivi protagonisti) che non da opportunità e non lascia alternative. E la quota parte dei cervelli che emigrano è marginale, il grosso sono braccia, che vanno a fare i camerieri, i carpentieri ed i lavapiatti, che all'estero hanno ancora un senso perché tenuti ancora con dignità, mentre in italia se vuoi lavorare in quegli ambiti devi accettare condizioni sub umane.
Gli italiani che emigrano sono il doppio degli stranieri che vengono.... e spero per loro che le loro condizioni migliorino a cominciare dal non trovare un omologo di salvini che li tratti come "stranieri" usato come sinonimo di criminali e feccia della società.
E questo studio parla solo di chi va all'estero, mentre la migrazione dalle regioni del sud a quelle del nord non si possono manco quantificare.
Se solo riuscite a pensarci un secondo capireste quanto siete coglioni....
Nota a margine, se ne parla addirittura libero che col fango ci campa, il dato deve essere proprio incontrovertibile

2 commenti:

Sandro Quaranta ha detto...

Salvini se la prende con gli omosessuali, con gli immigrati, con gli "zingari", con l'Europa, con i "diversi"... non ti ricorda qualcuno?

nonno enio ha detto...

salvini fa il politico e ciancia ciò che il suo popolo vuol sentirgli dire