venerdì, gennaio 09, 2015

silicon valley


silicon valley.
ho cominciato a vedere questa serie hbo con uno scettiscismo estremo, visto che una nuova serie basata su quelli che negli stati uniti chiamano nerd, dopo il successo assoluto e planetario di the big bang theory, ti lascia sempre quell'aspettativa di quelli che provano a ricalcare l'idea già usata finendo inevitabilmente per farne solo una brutta copia. ed invece l'unica cosa in comune che hanno le due serie sono proprio i nerd (oltre alla california che vabbè è la patria dei nerd) le ambientazioni di questa sit com, non sono basate sulla tipica imbranataggine di questi genietti, che pure riempie le loro vicende, ma si basano principalmente sul loro mondo lavorativo, fatto di colossi e di piccole star up che cercano la loro strada.
In sostanza è la storia di un ragazzo che ha un'idea genaiale e rivoluzionaria che invece di accettare la grossa offerta di acquisizione del prodotto da parte dell'azienda nella quale lavora, decide di accettare il piccolo finanziamento del colosso rivale per poter sviluppare in autonomia la proria azienda ed il proprio prodotto, da qui le vicende fatte di rapporti interpesonali compliati e cinico mondo lavorativo. il tutto in 8 puntate da 20 minuti molto brillanti e molto ben fatte. La sola ultima puntata della prima serie meriterebbe di essere considerata un piccolo capolavoro di sceneggiatura televisiva, il parallelo tra onanismo e programmazione che occupa quasi tutta la puntata è letteralmente esilarante.

Nessun commento: