martedì, gennaio 20, 2015

sebastian giovinco al toronto

Così a 27 anni Sebastian Giovinco lascia la juve e firma per il toronto (msl) per un contratto da circa 8 milioni di euro a stagione, diventanto il calciatore italiano più pagato al mondo, facendo, però la cosiddetta "scelta di vita" di andare a giocare in un campionato molto meno competitivo, e dicendo, di fatto, addio al calcio vero e ad alti livelli.
per come la penso io, potrebbe essere usato come testimonial del fallimento del calcio italiano.
eterna promessa, esce dal vivavio juve (che per quanto ne sappia io è uno dei meglio attrezzati d'italia) prima in prestito, e nelle picole fa sempre più che bene, torna alla juve, che poi lo cede per quattro spicci al parma dove fa benissimo, la juve lo ricompra a peso d'oro per farlo tornare ad essere la quarta quinta scelta.
Di sicuro un po gli è mancata la determinazione per imporsi in una grande, ma sono anche le grandi squadre che non hanno più il coraggio di investire fortemente sui giovani talenti.
per restare alla juve (ma il discorso vale per tutte le squadre principali)
inzaghi fu preso dall'atalanta per fare il titolare alla juve.
una volta il capocannoniere di serie b era titolare fisso in serie a l'anno successivo, oggi mai!
si esaltano e si è disposti a fare aste per talenti futuri stranieri (ad esempio rabiot, ma anche ucan, ma volendo anche iturbe) mentre il miglior under 20 italiano (cerri) viene mandato in una piccola di serei b.
manca prospettiva, mentre si guarda sempre in casa d'altri senza manco capire cosa si sta osservando!

Nessun commento: