martedì, novembre 25, 2014

giornata contro la violenza sulle donne

ok ho capito che oggi è la giornata contro la violenza sulle donne, ed è giusto ricordare agli uomini che la violenza non è mai giusta.
però credo sarebbe anche il caso di ricoldare a tutta la categoria delle donne che anche l'autolesionismo dovrebbe essere evitato.....


altrimenti qualcuno potrebbe generalizzare e pesare che questa sia una donna.

aforisma


I mostri del cuore
si alimentano con
l'inazione.
Non sono le
sconfitte
ad ingrandirli,
ma le
RINUNCE

Massimo Grammellini

regionali 2014 emilia e calabria

Qualche riflessione spiccia e senza troppo impegno sulle regionali di ieri e sulle inutili parole che invadono sempre i media il giorno dopo.
1) quando l'astensione è alta la parola più diffusa, ovviamente ad minchiam, è DISAFFEZIONE.
2) I voti di chi non è andato a votare sono SEMPRE di chi ha perso.
3) per come la vedo io l'astenzione è proporzionalmente distribuita ai voti presi dai partiti, altrimenti i tanto attivi su Facebook (più degli altri) grillini sarebbero corsi in massa a votare.
4) tutti i tg e giornali dell'editore leader di partito sono un coro unico (come sempre) nel sostenere che l'astenzione è una punizione a renzi e al suo governo, peccato che i candidati di renzi nell'astenzione hanno preso uno il 50% e l'altro il 60%.
5) se in emilia romagna, dopo un'amministrazione che ha RUBATO in tutti i modi il pd ha nuovamente vinto facile, vuol dire che la destra veramente non ha più niente da dire
6) se la destra non ha più niente da dire e perché Renzi ha molta più somiglianza con la destra che con la sinistra (almeno per come intendo io la sinistra)
7) qualcuno dovrebbe dire a Salvini (che lo sa benissimo) che nonostante abbia guadagnato punti percentuali anche il suo partito ha peso un fottio di voti.
8) non si va a votare, si dice che tutti fanno schifo, che la politica è superata e poi inevitabilmente tutti ci interessiamo di come vanno le cose

lunedì, novembre 24, 2014

come nasce la musica

altro contest su FOTOCONTEST
stavolta il titolo era LA MUSICA
ed io ho realizzato questo scatto nel quale provo a descrivere, come appunto dice il titolo,
COME NASCE LA MUSICA

martedì, novembre 18, 2014

il dissesto italiano

Leggo questo sterile, nonché immancabile, rimpallo di responsabilità in merito alle alluvioni e al dissesto idrogeologico di questo paese (uno dei tanti dissesti).
E di come le istruzioni locali e nazionali si dessero reciprocamente la colpa tra mancati controlli ed immancabili condoni.
non ho sentito uno, che fosse uno solo, che avesse sottolineato che la colpa originale è di chi ha abusivamente abusato del territorio costruendo e deturpando zone dove sia lo stato centrale che quello locale, intesi come istituzioni, avevano detto che non era possibile costruire.
Uno solo che avesse detto che chiunque investe per comprarsi una casa abusiva su un letto di un fiume, oltre che commettere un illecito, è stato sostanzialmente un coglione.....
Per carità le vittime sono vittime, e dei morti non si può parlar male, però io trovo ipocrisia delle ipocrisie quella di far come cazzo ci pare e poi additare le istruzioni che, di colpe ne hanno di sicuro, ma che non dimentichiamoci sono state messe li da noi e per molti anni, proprio perché ci facevano fare i cazzi nostri liberamente.
Ora è doveroso che qualcuno rimedi, ma secondo me è altrettanto doveroso che qualcuno si facesse un esamino di coscienza sulle proprie lacrime da coccodrillo.

ancora morley

ieri sera grande Easter Egg nella puntata di walking dead, nella quale derryl trova una stecca di sigarette con nome MORLEY.
Le sigarette Morley furono inventate in x files per un personaggio che fumava in ogni scena, per non usare il marchio marlboro, ma richiamarlo allo stesso tempo. da allora sono diventate un feticcio delle serie tv nelle quali di tanto in tanto qualche personaggio le fuma, i più sgamati omaggi a x file sono in californication dove hank moody le fuma e breaking bad dove le morley le fuma anche jessie pinkman!

qui avevo già parlato delle morley

la casa consiglia Godzilla

La casa consiglia GODZILLA
ennesimo remake dell'idea originale giapponese degli anni 60.
confesso la mia reticenza a questo film, perchè tutti i trailer ed i teaser che giravano sin da un'anno prima dell'uscita mi lasciavano perplesso, anzi quasi deluso, in quel paio di minuti di anteprima il film sembraba una via di mezzo tra un pessimo disaster movie (ad esempio 2012) e brutta copia di un ottimo fantascientifico di genere monster (tipo pacific rim).
Poi vedi il film e resti pienamente soddisfatto, il film narrativamente è un classico del genere, palesemente ispirato alla filmografia giapponese con la mano realizzativa del colossal americano (quelli fatti bene).
e così l'uomo quasi impotente che fa quel che può nel tentativo di contrastare un semi dio, impegnato a fare la guerra con un'altro essere mitologioco, con le città come sfondo dei duelli.
Visivamente è quasi un'incanto, e anche la storia, seppur facile da intuire nello svilupparsi, è quilibrata e ben scritta.
Non si è di fronte a qualche cosa di nuovo, questo è sicuro, ma è altrettanto sicuro che quel che si vede è un film molto molto bello.
La casa consiglia GODZILLA

la casa sconsiglia Ender's game

La casa sconsiglia Ender's game
Inizio continuando la mia crociata per capire per quale motivo nella narrativa e filmografia fantastica e fantascientifica recente, quasi in tutte le storie il destino dell'umanità sia immancabilmente nelle mani di qualche adolescente "speciale"
Questo film a tratti è veramente incomprensibile, non si capisce se ender, il protagonista, sia talmente intelligente da essere cinico e determinato, o talmente stupido da non capire di essere manipolato, il tutto farcito da sequela di incroci retorici di personaggi, dal bulletto prevaricatore, all'amica del cuore, all'amico che da supporto, alla sorella lontana, al generale stronzo e all'istruttore severo ma comprensivo.
Per non parlare dello sviluppo della trama composta per un 80% di premessa ad un epilogo stupido e insiginificante. Il tutto con un budget da colossal, visivamente fatto molto bene, e condito da due attori di primo calibro come Harrison Ford e Ben Kingsley, che alla fine sono l'unica cosa che si salva di questo film.
Comunque la cosa veramente più ridicola di questo film sta nel fatto che i cattivi alieni sono in sostanza delle formiche spaziali.... roba da b movie
La casa condanna e sconsiglia la visione di Ender's game

nuova passat

Lo dico sin da quando avevo tipo 12 anni ed uscì il primo modello di passat, da allora, ogni volta che esce la nuova versione il mio pensiero è sempre lo stesso ed è: Ma che macchinone la nuova passat!

lunedì, novembre 17, 2014

come Hemingway

un autoscatto instagram, ispirato dal una celebre foto del celeberrimo scrittore Ernest Hemingway

mercoledì, novembre 12, 2014

razzisti di ogni tempo

95 anni e la merda (potete tranquillamente dire fascisti) puzza sempre alla stessa maniera.... il fascista di oggi è lo stesso di allora!

vicarielli



due miei vecchi scatti hdr realizzati nei quartieri storici napoletani.

true blood finale di serie

Ieri sera su Fox Tv è andata in onda l'ultima puntata dell'ultima stagione di True Blood.
Ebbene, credo che il finale di serie di True Blood si possa tranquillamente considerare come uno dei più brutti finali di sempre. senza senso, senza mordente, un lieto fine così smielato e sentimentale che butta in malora tutta la brillantezza di una delle serie migliori degli ultimi anni.
A dire il vero True Blood viveva già una triste eutanasia dalla 5° stagione, sembra assurdo, ma l'abbandono di Alan Ball (creatore della serie) come sceneggiatore ha fatto incredibilmente la diffenrenza, perchè poi quando uno è più bravo degli altri si vede e si nota in tutto, idee, storia, dialoghi, ed in questo caso soprattuto finale.
Nel complesso True Blood resta comunque una gran bella serie, che se avessero avuto l'intelligenza di farla durare meno, magari sarebbe rimasta nella storia come una della migliori di sempre. probabilmente comunque resta la miglior serie sui vampiri.

house of cards

Ho da poco finito di vedere la seconda stagione di House of cards, da noi in Italia le prima due stagioni sono andate in onda più o meno una dietro l'altra, e devo dire che ogni puntata resto sempre più a bocca aperta.
Ecco a differenza di True detective del quale ho paralato qui, house of cards è una di quelle serie nuove che proprio non riesco a togliere dal podio delle più belle  (definire la più bella in assoluto, otre che difficile sarebbe anche inutile), perchè seppur basata su intrighi di potere alla casa bianca, che è un argomento tra i più sfruttati della cinematografia e televisione americana, è scritta divinamente, le trame sono veramente complesse e realistiche ed i personaggi sono letteralmente spettacolari. Se poi ad un personaggio pensato bellissimo ci metti gli attori come Kevin Spacey, che, seppur sempre bravissimo, non vedevo così gradioso dai tempi di America Beauty, o come la bellissima e cattivissma Robin Wright, allora il capolavoro è servito.
E tutto questo lo si deve a David Fincher che porta qualità indistintamete sia al cinema che in tv.
Se siete amanti delle serie tv proprio non potete perdervi house of cards

lucy liu



Ecco Lucy Liu, classe 1968, ovvero 45 anni, mi pare tanto una di quelle donne che ha fatto i patto col diavolo per non invecchiare, praticamente splendida come quando aveva 20 anni.

la rovesciata del pipita


Sono passate quasi due settimane da Napoli Roma, ma mi ero proprio dimenticato di sottolineare il grande gesto tecnico di Gonzalo "el pipita" Higuain. raoba da cineteca!

lunedì, novembre 10, 2014

orange is the new black

Ho visto la prima stagione di ORANGE IS THE NEW BLACK e devo dire che la serie mi è piaciuta veramente tanto, tanto, tanto. Tragicomica, tendente più al lato serio, ma che riesce a mantenersi brillante in ogni suo passaggio. una bella galleria di personaggi grotteschi che ben rappresentano la miseria umana della società civile attuale. Il mio consiglio è quello di trovare il tempo per recuperare questa serie tv.

un blog d'epoca

un mio instagram

citazioni colte

un mio instagram

venerdì, novembre 07, 2014

stamina, le iene e la volubilità delle masse

ne voglio parlare ora proprio perchè farlo in maniera postiva quando sembrava che fossimo di fronte ad un miracolo era facile.
E sarebbe stato ancora più facile farlo in maniera negativa quanto, pian piano sono uscite tutte le negatività di Vannoni e del progetto Stamina.
Giusto per contestualizzare, facciamo un piccolo riassunto della situazione.
Innanzitutto c'è Stamina, col suo ideatore Vannoni (che non è un dottore) che, appoggiandosi agli spedali civili di brescia sviluppa un prodotto a base di cellule staminali che vengono prelevate da un parente prossimo "lavorate" e poi infuse ai malati che ne avessero bisogno. Tale progetto, va detto come premessa, non veniva considerato una cura a qualche patologia, ma veniva considerata una cosiddetta "CURA COMAPSSIONEVOLE" ovvero una cura alternativa, senza alcuna garanzia di risutato da offrire a quelle persone colpite da malattie gravi che al momento non hanno cure.
Poi ci sono questi bambini malati di una malattina, L'ATROFIA MUSCOLARE SPINALE (SMA1) che non ha nessuna cura possibile e che, di fatto, ti rende un vegetale. alcune delle famiglie di questi bambini vengono a conoscenza di queste cure compassionevoli e iniziano i trattamenti.
Poi terzo elemento di questa storia ci sono LE IENE che, sicuramente su segnalazione di queste famiglie, vengono a conoscenza della storia e decidono di farci su un servizio, nel quale il loro inviato GIULIO GOLIA si reca da alcune di queste famiglia per rappresentare i risultati di queste infusioni. La famiglia sulla quale si concentrano maggiormente le attenzioni è quella della piccola SOFIA.
Ulteriore piccola premessa, questa tutta personale, sono un papà molto apprensivo ed ho una bellissima e fortunatissima bimba di 3 anni che scoppia di salute ed è abbondantemente ricca di argento vivo e quindi è vivacissima ed iperattiva, e sono conscio e consapevole della fortuna che ho, tanto che vedendo il servizio delle iene ed i filmati della piccola Sofia quando stava bene e quelli di ora che è malata, non ho vergogna a dire che ho pianto, quasi sentendomi in colpa per la mia fortuna.
Insomma questi filmati facevano vedere questi bimbi ridotti a vegetali come erano prima delle infusioni e come invece dopo le infusioni recuperassero tantissima mobilità ed autonomia, un bimbo che doveva respirare con l'ausilio del respiratore ora respirava da solo, la piccola sofia veniva nutrita con le flebo e ora riusciva a deglutire da sola, ed altri piccoli miracoli, perchè in uno stato vegetativo così grave un microscopico miglioramente è oggettivamente un piccolo miracolo.
Ora le Iene, tra le tante inchieste che fanno, capita che siano capziosi e che forzino delle interpretazioni narrative, e per questo hanno molti accusatori, ma a sto giro va detto a loro onore, che spesso nei servizi in questione ripetono che non si tratta di una cura, che il metodo stamina non stava guarendo i bimbi dalla SMA1, ma che semplicemente stava apportanto dei benefici a bambini per i quali, va sempre ricordato, non ci sono alternative, ed a supporto di questo punto di vista non lasciavano solo le parle del gionalista e l'enfasi emotiva delle immagini, ma, come un giornalista d'inchiesta dovrebbe sempre fare, si sono rivolti ad esperti internazionali della malattia chiedendo se quel che avevano documentato era comprovabile e valido o meno.
E tutti gli esperti interpellati dicevano unanimemente che erano di fronte ad un qualcosa di molto interessante che avrebbe dovuto essere approfondito.
quindi come era facile da predire, tutti i malati incurabili d'italia si sono rivolti agli spedali civili di brescia per capire se ci fossero possibilità anche per loro di essere inclusi nelle cure compassionevoli. tanto da suscitare anche l'attenzione del ministero della salute (poi ci sarebbe da chiedersi fino a quel momento cosa sapesse in merito il ministero, ma questa è un'altra storia), che si rivolge a Vannoni, per sapere cosa somministri ai pazienti che si rivogono a lui. E qui tutta la storia va letteralmente in merda, perchè Vannoni, facendosi scudo del timore che le case farmaceutiche possano rubargli la formula per venderla mentre lui la forniva gratuitamente, si rifiuta sempre di svelare le sue ricerche, di conseguenza il ministero per un tardivo senso del dovere blocca tutte le cure compassionevoli, facendosi scudo del principio che non sapendo di cosa si tratti devono impedire che un ospedale "sperimenti" sulla pelle dei malati.
A sto punto le famiglie di questi bimbi non ci stranno e fanno ricorso alla magistratura per continuare, e quindi parte tutta un'escalation che non vi sto qui a dettagliare che porta un indagine approfondita.
Alla fine, esprimendo il mio parere personale, sul ministro della salute BEATRICE LORENZIN che ogni volta che è stata intervistata sull'argomento, avesse ragione o meno, non si è mai risparmata una figura di merda colossale, riuscendo sempre a palesarsi per l'incapace e incopetete che è, la morale della favola è che l'inchiesta ha smascherato VANNONI, portando alla luce tutto un'apparato commerciale e poco medico e per niente etico.
Ovviamente appena è emersa questa situazione il mondo social, che orami purtroppo è l'unico termometro dell'umore della società, è passata immediatamente dall'osannare il metodo stamina che fino a quel momento era l'unico paladino della povera gentre contro la dittatura delle case farmaceutice che conoscono le cure ma ci vogliono lucrare sopra, e tutti sti principi calssicamente complottisti, ad un vero e proprio uragano di merda su Vannoni che non è un dottore, che è incompetente, che è imbroglione e chi più ne ha più ne metta.
E ovviamente anche le Iene non ne sono uscite indenni viste le tante accuse di aver voluto creare un santo laddove ci fosse invece il demonio.
Ora la prima domanda che io mi pongo è proprio sui social, e di conseguenza sulla cultura del cosiddetto uomo medio che è perfetta rappresentanza del tipico commento da social.
Possibile mai che nessuno si prenda mai la briga di approfondire quel che legge?
Possibile mai che il titolone sia tutto quel che vi interessa?
Possibile mai che i 140 caratteri vi abbiano trasformato tutti in massimalisti estremisti del giudizio?
Possibile mai che non ci siano vie di mezzo o santo o pezzo di merda?
Possibile mai che vi sentiate sempre capaci di dare un giudizio definitivo su ogni cosa, manco foste diventati i più grandi esperti mondiali all'istante?
Possibile mai che la socialità virtuale estrema, che diventa diretta proporzionalità dell'asocialità reale, vi abbia incattiviti talmente tanto da farvi sentire in diritto di cospargere merda su ogni cosa?
Seconda considerazione sul metodo giornalistico delle iene. Tutti sono criticabili e di sicuro loro non fanno eccezione, ma in questa storia mi sento di essere un loro difensore, perchè, giornalisticamente hanno speculato veramente il minimo sindacale.
In fine, terza ed ultima considerazione mi porta ad usare il metodo stamina solo come aggancio, perchè che Vannoni sia un personaggio ambiguo e magargi disonesto lo dice la giustizia ed io non ho motivi per non credere che sia così, però, alla fine, il suo progetto non era fatto di alchimia o di stregoneria, non era una formula magica tirata da qualche parte assurda, si basava su una cosa tangibile, ovvero LE CELLULE STAMINALI.
Ora sono già diversi anni che si è capito che le cellule staminali sono la nuova frontiera della medicina, e che molte delle risposte che attendiamo da sempre dal progresso medico sono li dentro in attesa solo che qualcuno le tiri fuori, tanto che l'oscurantismo medievale e bigotto, mascherato da etica insito nell'animo umano, mischiato alla paura religiosa (usate il termine religiosa in maniera quanto più possibile massimalista) porti un sacco di ostracismo nei confronti degli studi su queste cellule, rallentando di fatto un progresso che potrebbe influire direttamente sulla qualità della vita umana, mascherandosi dietro al fatto che le malattie tanto comunque ci sono.
Ecco questo discorso così ampio e globale mi serve per poter ricondurre il mio ragionamento ai bimibi malati di SMA1 che abbiamo visto e come la volubilità delle masse non abbia portato fare un semplicissimo ragionamento in base al quale vi chiedo:
Ora che tutti sono cattivi, che stamina non era quel che si credeva, che Vannoni sta in galera (sta in galera??), che la Lorenzin è ancora ministro nonostate tutto, che le Iene non raccontano più nulla, possibile mai che nessuno di voi si sia chiesto alla fine come mai sti bambini avevano dei benefici?
E' mai possibile che nessuno chieda, a gente più seria e professionale di Vannoni, di capire se c'è una strada nelle staminali che possa essere percorribile?
Possiamo mai restare impassibili, di fronte a bambini che saranno costretti a peggiorare nuovamente?
Possiamo mai permetterci il lutto di lasciar cadere sulle spalle di questi genitori nuovamente il peso del fardello che portavano prima, aggiungendoci il peso non indiferrente della consapevolezza che ora non ci sarà mai più nulla che potrà alleviagli le sofferenze?
Dobbiamo per forza aspettare che uno di questi bimbi MUOIA per poterci poi nuovamente indignare, però per l'amor di Dio solo per qualche giorno e magari tra un talent e una partita, su quanto si sarebbe potuto fare e non si è fatto?
Ecco la consapevolezza, alla fine di questo mio post, che a queste mie domande la risposta sia il nulla, vi confesso che mi fa sentire veramente una merda!

cover vintage

ma quanto è bella sta cover per smartphone?
peccato che sul sito dove le vendono per il mio modello non c'è e che sulle bancarelle dei cinesi (dove costerebbe forse anche di più che sul sito dove stava in offerta a 2,80€) non l'ho trovata e nemmeno una simile....

giovedì, novembre 06, 2014


Più o meno un anno fa di questi tempi scrivevo un post sul caldo fuori stagione e sul fatto che a novembre usassimo ancora le maglie a mezze maniche...
Bhe anche quest'anno a novembre io sto in giro in t shirt!

14 anni


ecco oggi sono 14 anni di servizio. e sto festeggiando con una giornata di lavoro semplicemente infernale!

mercoledì, novembre 05, 2014

i condivisibili timori di michele serra

caro Michele Serra purtroppo in cuor nostro sappiamo che, essendo morta ogni ideologia, e essendo il capitalismo (palesemente) sopravvissuto anche a se stesso come unico modello possibile, l'unica opzione che resta sarà la prima deriva populista e totalitarista che riuscirà a prendere piede.

true detective

Ed eccomi arrivato a parlare di TRUE DETECTIVE che è, senza il minimo dubbio, la serie più osannata del 2014. un sacco di premi, un sacco di riconoscimenti e tutti, ma proprio tutti che ne parlano bene, e speciamente osannano l'interpretazione di Mattehw McConaughey che sta vivendo un vero e proprio periodo di grazia artistica, visto che ogni cosa faccia viene, giustamente esaltata (vedi ad esempio dallas buyer club).
Ora tocca a me l'ingrato compito di non essere quello allineato e coperto sul giudizio generale che si ha di true detective, che, premetto subito, è veramente una gran bella serie, ma io proprio non riesco a trovarla tanto perfetta quanto tutti sostengono.
Dividiamo in due la valutazione, partendo dagli interpreti. I personaggi sono veramente la cosa meglio scritta di questa serie, sono rappresentativi di una particolare tipologia di americano di provincia con tutte le convinzioni ignoranti e le contraddizioni etiche che sono tipiche anche del mestiere del detective narrato della drammaturgia moderna. Poi è molto lodevole l'incorcio delle iperbole dei due personaggi che iniziano la storia come persone con un'etica contrapposa e finiscono la serie con una caratterizzazione dei personaggi quasi inversa a quella dell'inizio. Quindi personaggi molto complessi e ben costruiti, messi in mano a due attori che sono veramente il top del top, perchè se, giustamente si sottolinea il trasformismo e l'interprtazione di McConaughey, a parer mio, il sempre sottovalutato, Woody Harrelson non ha assolutamente nulla di meno rispetto al suo collega, anzi il personaggio che interpreta lui sembra addirittura meglio cucito addosso alla mimica facciale ed agli sbalzi emotivi del poliedrico woody. notevoli anche i personaggi di contorno tra i quali spicca la moglie di Harrelson interpretato da una bellissima ed imbruttita Michelle Monaghan.
Altra storia invece è per la vicenda narrata. si trattava di un giallo, con un mistero da svelare che riportava al mondo dell'occulto. ebbene io trovo già piuttosto scontato che una storia ambientata nel sud degli stati uniti riporti automaticamente alle messe nere, all'occultismo e a questo mondo qua che ha visto capisaldi del genere film del livello di Angel Hart (ascensore per l'inferno), poi francamente lo sviluppo narrativo è poco più che mediocre, e questo esalta ancor di più la bravura dei protagonisti, l'enigma a tratti è prioritario e a tratti è marginale (e fin qui in 8 ore ci può stare), ma in sostanza i personaggi coinvolti non hanno mai un vero perchè, sia i poliziotti corrotti, che i cittadini coinvolti, per non parlare del fatto che sia il primo cattivo che il secondo (quello cattivo cattivo) spuntano all'improvviso senza nessun presupposto narrativo, e senza nessun accenno, cosa che in genere è tipica dei gialli di quart'ordine.
Lo so che a molti invece sta storia sarà piaciuta da morire, ma uno dei "problemi" che si hanno quando di storie narrate se ne sono viste veramente tante è che diventa difficle esaltarsi per qualcosa che alla fine in un modo o nell'altro hai già visto.
Giudizio finale, se devo dire che non mi sia piaciuta no! anche perchè i dialoghi tra i due protagonisti da soli meritano la visione di True Detective, però se dovessi fare una classifica delle serie tv uscire nel 2014 true detectine per me non riuscirebbe nemmeno a salire sul podio.

the bridge il finale

Vabbè alla fine il finale della serie è arrivato col finale della seconda stagione perchè, a parer mio giustamente, la serie stava diventando una cosa diversa dalla storia con la quale era partita, e questa è la principale ragione per la quale ha avuto un considerevole calo di ascolti.
Quindi il finale lascia in sospeso comunque tutta una serie di questioni, che però non sarebbero state sufficientemente solide da giustificare una terza stagione.
Nel complesso comunque il prodotto resta fatto ottimamente ed i personaggi sono tutti di alto livello.

crisis

L'idea originale non è cattiva, anzi è pure piuttosto brillante ed infatti l'inizio è coinvolgente e scoppiettante. poi però,bastano poche puntate per capire che lo stratagemma narrativo per andare avanti è sempre lo stesso ed è di volta in volta più tirato per i capelli fino a diventare quasi la sagra dell'assurdo.
Comunque 13 puntate si riescono a vedere, ed il finale chiuso quasi al 100% dovrebbe evitarci la tentazione di una seconda stagione che, oltre a non avere alcun senso, io comunque non seguirei a prescindere.

martedì, novembre 04, 2014

desaturazione selettiva

lo stimolo è stato un concorso specifico su questa tecnica che quasi tutti i fotografi odiano.
Il tentantivo era quello di creare qualche idea che desse un senso allo scatto. l'aggiunta di un qualcosa di "artistico"
ci sarò riuscito?





lunedì, novembre 03, 2014

la barba

Un pò per pigrizia (mi scoccio di radermi), un po perchè avrei sempre voluto togliermi lo sfizio, un po anche perchè va piuttosto di moda, da un po di tempo a questa parte sto lasciando che sulla mia faccia tonda e rubiconda, cresca in tutta tranquillità una folta babra.
ora quando un uomo fa una scelta si autoconvince che il risultato finale sarà sempre il massimo raggiungibile, ed è allora che le aspettative diventano veramente alte, perchè immagini te stesso con la barba e ti vengono alla mente immagini di raffinata bellezza. In sotanza immagini che una volta barbuto il risultato ti aspetti che sia così
o magari ancora meglio così
o per i nostalgici del cinema classico come me, anche un bel serpico di Al Pacino
 
ed invece ti rendi conto che questi barba o non barba resteranno comunque dei figacci da pura, allora ti guardi allo specchio e nei momenti buoni, ma quelli buoni buoni, ti vedi così
mentre quotidianamente l'idea che hai di te stesso è questa
ecco ora tanto per darvi un'idea il mio stadio attuale da babuto è il seguente
cosciente di non essere tra quelli del primo elenco, spero vivamente di non essere nei secondi.... un'onesta via di mezzo mi starebbe più che bene!