venerdì, gennaio 31, 2014

i marò e amanda knox

Gli stessi che si indignano perché i Maró sono ancora in India in attesa di essere giudicati con l'accusa di omicidio, ora si indignano perché amanda knox è stata rimandata nel suo pase (usa) mentre ancora doveva essere giudicata con l'accusa di omicidio. Tipico egocentrismo sub culturale dell'italiota medio... e non venitemi a fare distinguo ho a provare a raccontarmi la cazzata che le cose non sono assimilabili!

ancora sugli F35

fonte repubblica
Il dipartimento delle difesa U.S.A
"Il caccia F-35 è fragile e inaffidabile"
e ancora
"problemi anche al software"
ed ancora
"la produzione potrà creare solo la metà dei posti di lavoro promessi"

Però nel frattempo qua in Italia l'argomento è finito proprio nel dimenticatorio, in sostanza nessuno più protesta per la sporpositata quantità di miliardi di euro che verranno spesi per dei mezzi che, ora è ufficiale, fanno pure cacare.... ed invece is parla di legge elettorale

scirocco

Questo il clima oggi a napoli, il 31 gennaio fanno 17° e c'è un vento caldo, ma caldo.... adoro l'inverno di noi meridionali :-)
p.s. peccato per il nuvoloso.

respirando agrumi di sicilia

un mio instagram

archidettura urbana

un mio instagram

lavoro e social

:-)

giovedì, gennaio 30, 2014

dalla parte di insigne

Il ragazzo sta giocando male, e per giunta, come spesso capita nei periodi sfortunati, è pure un bel po sfortunato, visto che tra pali e traverse gli dice proprio sfiga. Quindi visto il periodo negativo, è giusto muovere critiche e fare commenti negativi. Ma vedere ieri sera in coppa italia, al momento della sostituzione una parte di stadio fischiare il ragazzo no. fa rabbia, è ingiusto e soprattutto non è da tifosi. oltre ad essere un giocatore della tua squadra del cuore è anche un ragazzo che in questa città ci è nato e cresciuto, ed è l'unico sul quale hai la certezza che sia tifoso della squadra nella quale gioca.
ok le critiche, ma sti tifosi di ieri sera mi fganno veramente schifo!

protesta alla camera

Un'altra bella figura di merda.... complimenti a tutta sta gente "seria" che anche a sto giro abbiamo eletto!

martedì, gennaio 28, 2014

Monster go dj portable


LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO, LA VOGLIO!


ore 12

ora il momento più difficile della giornata, sono passate da poco le 12 e devo resistere fino alle 13.30 per pranzare..... forza e coraggio!

la casa consiglia



un amore all'improvviso
Credo che sia evidente già da un po che la commedia romantica americana era giunta ad uno stallo narravito, le storie erano sempre le stesse e la genesi dei personaggi anche, c'era sempre uno più innamorato, oppure uno che commette un errore e tenta di rimediare, sempre nella stessa sequenza di indifferenza/innamoramento/consapevolezza/errore/rimedio/apoteosi dove nell'apoteosi c'è sempre l'estremizzazione del concetto, quindi o l'amore trionfa nella maniera più assoluta, oppure il personaggio che affronta la malattia muore, senza deroghe possibili (almeno io non me ne ricordo).
Questo film, invece, finalmente rompe un po gli schemi, anche se per farlo deve usare un pretesto praticamente fantascientifico, ovvero la storia di un uomo che, senza sapere come e nemmeno perchè, è condannato a saltare avanti ed indietro lungo la linea temporale della sua vita, incrociando quasi sempre la vita della donna della sua vita, sin da quando lei era una bambina.
Questa serie di improvvisi ed imprevisti salti, rende la vincenda sentimentale complessa e di conseguenza meno banale, pur non mancando i tipici ragionamenti sull'amore in senso assoluto che non possono mancare in una commedia romantica.
Sicuramente non è un film che cambierà la storia del cinema, ne tanto meno ci eviterà la produzione di altre commedie romantiche in senso classico del genere, ma per lo meno, fa si che un genere ormai giunto al suo capolinea possa trovare nuovi spunti che lo rendano nuovamente guradabile.
La casa consiglia la visione di UN AMORE ALL'IMPROVVISO

Viaggi e miraggi

Dedicata a mia moglie, a me ed alla nostra voglia di viaggiare....

giovedì, gennaio 23, 2014

nike shox

perchè quest'anno non si trova in nessun negozio (almeno a napoli e provincia) una cacchio di shox?
mi manca quella comodità, nonostante siano nike.....

teheran

ecco un'altra puntina messa sulla cartina dei viaggi che vorrei fare, anche se a sto giro teheran e l'iran in generale non mi pare una delle più facili da realizzare. comunque a occhio questa sembra una città meravigliosa!

martedì, gennaio 21, 2014

Richard Tuschman omaggia Edward Hopper

Richard Thushman, fotografo del quale onestamente ignoravo l'esistenza, omaggia quello che probabilmente è il mio pittore preferito (anche se avere delle cose "preferite" fa tanto bimbominkia) Edward Hopper.
I miei complimenti a lui, per aver interpretato benissimo il tema e per aver realizzato delle foto bellissime

La casa consiglia - American Hustle

La casa consiglia AMERICAN HUSTLE
Vi è mai capitato di comincicare a vedere un film, e dopo solo pochi minuti sapere già che si sta vendendo un gran bel film?
A me di tanto in tanto capita, mi ricordo ebbi questa sensazione quando guradai per la prima volta Arizona Junior dei fratelli Choen (nonostante Nicolas Cage) o anche Casinò di Martin Scorsese, e ovviamente anche altri film. Ebbene questa sensazione istintiva l'ho avuta, con buona ragione, mentre vedevo American Hustle.
Un film semplicemente bellissimo, sia come storia che come realizzazione e soprattutto come interpretazione.
Anche se la storia è una classica storia gangsteristica americana, fatta di mafiosi, politici corrotti, agenti corrotti, angenti incorrutibili, imbroglioni, ed anche il personaggio principale, uno strepitoso Christian Bale, è il classico piccolo criminale che si trova in un giro più grande di lui. Però quello che sembra un clichè banale, racconta invece una storia scirtta talemente bene da farti immedesimare negli enti vissuti dai protagonisti e conivolgerti emotivamente. La gran parte del merito di questo è dovuto all'interpretazione magistrale dei quattro protagonisti, non a caso tutti nominati agli oscar, tra i quali a mio modesto parere spicca su tutti Jennifer Lowrence, che secondo me, si avvia a vincere il suo secondo oscar consecutivo.
Anche le ambientazioni, i costumi, i trucchi e le musiche sono tutte di primissimo livello.
non racconto nulla della trama per non rovinare la visione a chi ancora non lo avesse visto.
La casa consiglia la visione di AMERICAN HUSTLE

le minacce di riina

Totò Riina torna a far parlare di se con una frase che definire sconcertante è poco. si perchè minaccia il giudice Di Matteo in maniera esplicita dicendo:

"fanno bene, fanno bene... ci danno una mazzata... ci vuole una mazzata nelle corna... a questo pubblico ministero di Palermo"

e ancora

"Questo Di Matteo non se ne va, gli hanno rinforzato la scorta e allora, se fosse possibile, ad ucciderlo... Una esecuzione come eravamo a quel tempo a Palermo con i militari"

ora mi chiedo sempre (ingenuamente) come è possibile che il boss dei boss, il capo dei capi, possa ancora far uscire tali indicazioni???
più che impaurito sono sconfortato! 

lunedì, gennaio 20, 2014

ci avete fatto caso

ci avete fatto caso che le due attrici

JENNIFER LOWRENCE

e

JUNO TEMPLE

sono due gocce d'acqua spiccicate?

entrambe molto belle ed entrambe molto molto talenutose.


bologna 2 napoli 2

Bologna 2 Napoli 2
sconforto e desolazione.... mi spiace tantissimo, ma così non andiamo veramente da nessuna parte!

venerdì, gennaio 17, 2014

formato medio digitale

Il fomato medio (6x6 6x8 e 6x9) è una cosa fotografica che mi è sempre piacuta tanto, le foto quadrate e soprattutto le macchine a pozzetto, ovvero quelle nelle quali si guarda dall'alto per fotgrafare, mi hanno sempre dato l'idea di essere veramente fotografi. Forse perchè ho imparato i fondamenti (e poi non è che sia andato molto oltre) della fotografia con una 6x6 russa, che nemmeno era reflex, fatto stà che se potessi scegliere un tipo di macchina preferita, il formato ridotto probabilmente vincerebbe facile.
Il formato pareva totlamente abbandonato con l'avvento del digitale, ed invece cominciano ad uscire diversi modelli di macchine digitali a formato ridotto.
Quindi credo che autoamaticamente potreste pensare "ok allora ne compir una?"
la mia risposta, purtrppo è "MAGARI!"
perchè la scelta dei produttori va ben oltre il target professionale, visto che le macchine hanno prezzi che oscillano dai 30 ai 60 mila euro. è vero che hanno processori ben più potenti di quelli di quelli anche attualmente pofessionali (si viaggia dai 30 ai 50 megapixel), però è anche vero che con la fruibilità sempre più ampia di qualsiasi tipo di tecnologia, resta il rammarico di una scelta così elitaria.

la casa sconsiglia - Cloud Atlas

La casa sconsiglia Cloud Atlas
A sto giro i fratelli Wachowsky prendono una buca clamorosa.
Un film di quasi 3 ore che narra storie degli stessi personaggi in varie epoche storiche dal settecento fino a 300 anni nel futuro, con un unico fil rouge che riunisce le scelte ed i destini di tutti fino ad arrivare ad un solo finale. Detta così sembra una cosa molto interessante, ed in teoria l'idea è pure ben congeniata, perccato che il risultato finale sia enormemente deludente, nessuna delle storie narrate è avvincente, nessun personaggio è veramente interessante, ed alla fine il domino di eventi è più un complicato esercizio di stile che, vista la noia della narrazione, alla fine risulta nemmeno troppo immediato. Il cast è di livello e visivamente c'è poco da criticare, peccato che sia una bella scatola che sotanzialmente è vuota.
La casa sconsiglia la visione di Cloud Atlas

dio e napoli

Trad. Quando dio si operò nella creazione della città di Napoli era durante una giornata nella quale era particolarmente in vena!

l'idea è del marchio/negozio napolimania

Indignazione francese

Ma guarda tu sti francesi. . Il primo ministro viene colto mentre esce di nascosto da casa della sua amante e loro che fanno? Si indignano perché la moglie ufficiale da separata in casa vive lo stesso all'eliseo a spese dei contribuenti. Dilettanti.... da noi c'è un terzo della popolazione che ancora sostiene il metodo meritocratico per il quale alcuni ministeri vengono attribuiti a chi fa il miglior pompino!

lunedì, gennaio 13, 2014

2000 post

Incredibile, manco io ci credo, ma quello precendente è stato il post numero 2000..... duemila, lo scrivo anche a lettere..... in un tempo nel quale ci si scoccia di tutto in maniera molto rapida, sono fiero di me stesso e della mia costanza...

La casa consiglia - Cose nostre malavita

La casa consiglia - cose nostre malavita

Finalmente Luc Besson è tornato a fare un bel film, nonostante la trama non sia poi molto di eccezionale, l'idea di partenza è veramente azzeccata ed anche il cast.
La storia è quella di un boss della mafia di New York che, dopo essersi pentito vive sotto scorta nel programma di protezione testimoni. Non a caso visto che il regista è francese il film viene ambientato in normandia, e questa scelta darà spunti interessanti viste le differenze culturali derivanti dai differenti continenti di provenineza. La cosa che rende maggiormente godibile il film è la scelta, sicuramente voluta, di incentrare la trama più nei rapporti interni alla famigla che alle attività criminali del capofamiglia, quindi la moglie frustrata la figlia alle prese coi primi amori ed il figlio in pieno fermento bullistico e criminale (la genetica non mente mai) creano un tot di siutazioni divertenti e mai ridicole.
Il cast è veramnte il pezzo forte di questo film, un Robert De Niro in grande spolvero, è affiancato da un Tommy Lee Jones che pare l'agente k di man in black, e soprattutto da una Michelle Pfifer che oltre ad essere bravissima nelle frustrazioni nostalgiche pare che abbia fatto un patto col tempo, visto che nonostante il passare degli anni è sempre più bella. Ottima interpretazione anche di Dianna Agron e John D'leo che interpretano i figli.
Non sarà sicuramente un film che resterà come culto del genere, ma di sicuro è uno delle migliori commedie brillanti a sfondo criminale degli ultimi anni.
La casa consiglia la visione di Cose nostre malavita

Verona 0 - Napoli 3

Io credo che l'odio sia una cosa veramente motlo brutta, però credo che l'ipocrisia, speicie quella mascerata dal buonismo, sia ancora peggio. Quindi mi tocca dire che ODIO è la parola che maggiormente rappresenta quel che provo verso la squadra dell'hellas verona e verso il suo stadio e verso i suoi merdosissimi tifosi (d'altra parte è una cosa che ho in comune col 100% degli altri tifosi napoletani).
Quindi andare a verona e vincere 3 a 0 è una goduria letteralmente indescrivibile!!!!


vergogna scaligera

Ancora una volta lo stadio di verona si rivela una delle peggiori fogne di inciviltà italiana, e specie di quella più schifosa del razzismo nordico.
Esattamente come l'ultima volta Carlo Alvino, stavolta inviato di sky e non più di una tv locale, assieme ad altri radiocronisti campani, sono stati oggetto di offese, spunti e lancio di oggetti, per il solo fatto di aver esultato ai goal del napoli. E tutto questo sarebbe stato grave in curva, figuriamoci in tribuna stampa dove dovrebbero esserci solo addetti ai lavori. lo schifo è totale!

giovedì, gennaio 09, 2014

instagram a riva fiorita

Alcuni miei instagram realizzati ieri pomeriggio a riva fiorita, incantevole angolo del quartiere Posillipo in napoli, dove c'è anche villa rosbery (dimora napoletana del presidente della repubblica)


soundtrack of my life 2014

soundtrack of my life 2014

FRANCESCO DE GREGORI - FALSO MOVIMENTO

sembra proprio un vecchio e bel disco di de gregori
semplicemente bentornato francesco.


soundtrack of my life è un'iniziativa di ATTIMI DI LETIZIA

mercoledì, gennaio 08, 2014

Le mareggiate del nord europa

In questi giorni sul nord europa si stanno abbattendo delle fortissime mareggiate. ieri al telegiornale guardavo immagini di alcuni pazzi che sfidano la sorte più che il pericolo per fare qualche foto, mentre magari vedi avanzare un'onda alta oltre 10 metri, così un brivido di paura ha percosso il mio corpo, poi però on line ho visto le foto, e ho pensato che se fossi stato li non avrei pensato ad altro che a voler fare qualche foto del genere. guardare per credere....