mercoledì, dicembre 17, 2014

la demenza dei nuovi orari di trenitalia

da lunedi sono partiti in nuovi orari, io nello specifico parlerò solo della linea Napoli/Caserta che è quella che prendo ogni giorno.
Tra Napoli e Caserta ci sono due alternative di viaggio, ovvero puoi prendere il treno regionale, oppure quello metropolitano, per chi non abitasse in una grande città spiego che il cosiddetto metropolitano è il treno che viaggia sulla vecchia linea della metropolitana fs di napoli che da qualche anno hanno allungato da percorso strettamente urbano (pozzuoli/gianturco) fino a collegare napoli con la città di Caserta, utilizzanto la stessa line a e le stesse fermate del treno regionale.
Ora le modifiche dell'orario coinvolgono solo i treni metropolitani, con l'idea, immagino nobile in partenza, di aumentare le corse extraurbane fino a caserta passandole da una ogni 90 minuti (più o meno) ad una ogni 60. decidendo che le corse extraurbane dovesssero essere quelle che passano per la stazione centrale all'incirca alla mezz'ora di ogni ora.
Quindi, a livello strettamente personale, parto subito con la mia più grossa lamentela, perchè questa scelta, a me proprio personalmente, danneggia la cancellazione del metropolitano delle 14.55, che allunga di fatto di mezz'ora la mia giornata la vorativa, ma questo sarebbe un disagio personale che comunque non è  la cosa più grave, ma soprattutto assurda ed idiota di questa situazione.
Si pechè l'assurdità e l'idiozia sta nel fatto che tra Napoli e Caserta la linea ferroviaria è una sola e le fermate sono le stesse, ma in nuovo orario non prevede più l'alternaza tra regionale e metropolitano, ma CAZZO i treni quasi si sovrappongono, lasciando poi buchi da 50 minuti tra una coppia di treni e l'altra.
qualche esempio per farvi capire
io al mattino ad Acerra prendo sempre il regionale delle 6.17 (e viva dio quello non l'hanno toccato), se per caso un ritardo mio o (molto più probabile e frequente) del treno o una cancellazione, non c'è più la possibilità di prendere il metropolitano delle 6.32, quindi bisogna aspettare il regionale delle 6.55, col danno di dover aspettare 45 minuti, ma con l'assurda e demente beffa del fatto che il primo metropolitano passa alle 7, CAZZO 5 minuti dopo il regionale....
e le cose nel percorso inverso non migliorano, volete sapere il pomeriggio come potrei gestire il mio ritorno a casa?
regionale 14.20
metropolitano 14.36
UN ORA DI BUCO
regionale 15.20
metropolitano 15.36
UN ORA DI BUCO
regionale 16.36
metropolitano 16.37
CAZZO UN MINUTO DI DIFFERENZA!!!!!!
UN ORA DI BUCO

metropolitano 17.36
regionale 17.38
CAZZO DUE MINUTI DI DIFFERENZA!!!!
UN ORA DI BUCO

regionale 18.20
metropolitano 18.36
e così via....
ora, sicuro del fatto che ogno pendolare d'italia potrà trovare un'anomalia simile, mi domando io, trenitalia è un'azienda enorme, e immagino che ci saranno interi uffici preposti alla lavorazione degli orari ed altri uffici preposto al controllo del lavoro dei primi, ed altri uffici ancora preposti alla supervisione del tutto, quindi CAZZO è mai possibile che NESSUNO si sia accorto del fatto che questo orario è fatto letteralmente a CAPA DI CAZZO?????
vabbè tanto non avrò altre alternativa a quella di dovermi abituare.....

Nessun commento: