martedì, novembre 18, 2014

il dissesto italiano

Leggo questo sterile, nonché immancabile, rimpallo di responsabilità in merito alle alluvioni e al dissesto idrogeologico di questo paese (uno dei tanti dissesti).
E di come le istruzioni locali e nazionali si dessero reciprocamente la colpa tra mancati controlli ed immancabili condoni.
non ho sentito uno, che fosse uno solo, che avesse sottolineato che la colpa originale è di chi ha abusivamente abusato del territorio costruendo e deturpando zone dove sia lo stato centrale che quello locale, intesi come istituzioni, avevano detto che non era possibile costruire.
Uno solo che avesse detto che chiunque investe per comprarsi una casa abusiva su un letto di un fiume, oltre che commettere un illecito, è stato sostanzialmente un coglione.....
Per carità le vittime sono vittime, e dei morti non si può parlar male, però io trovo ipocrisia delle ipocrisie quella di far come cazzo ci pare e poi additare le istruzioni che, di colpe ne hanno di sicuro, ma che non dimentichiamoci sono state messe li da noi e per molti anni, proprio perché ci facevano fare i cazzi nostri liberamente.
Ora è doveroso che qualcuno rimedi, ma secondo me è altrettanto doveroso che qualcuno si facesse un esamino di coscienza sulle proprie lacrime da coccodrillo.

Nessun commento: