venerdì, maggio 02, 2014

La casa consiglia o sconsiglia - sono un pirata sono un signore

La casa consiglia o sconsiglia la visione di Sono un pirata sono un signore?
Ci ho pensato un po ed alla fine non lo so.
Perchè se mi dovessi soffermare solo sul giudizio tecnico del film, credo che ci troveremmo di fronte ad uno dei peggiori film italiani degli ultimi anni.
Però io ho un po un debole per Tartaglia, sarà perchè l'ho scoperto come commediografo teatrale già ai suoi esordi, molto prima del cinema e della notorietà nazionale, e mi è sempre piaciuto tanto, l'ho sempre trovato molto divertente pur non essenso mai totalmente demenziale, nel senso che le sue storie hanno sempre una discreta trama ed una morale, che volendo è una morale sempre abbastanza retorica, così come nella stragrande maggioranza delle commedie italiane, fatta di buoni sentimenti e etica spiccia.
Ecco insomma, la maggior discrepanza che trovo in questo film è proprio l'incapacità di Tartaglia di staccarsi dal modello teatrale di narrazione, questo film è palesemente uno spettacolo teatrale riportato su pellicola, i tempi, i dialoghi e le sfaccettature mancano del dinamismo necessario ad una commedia cinematografica.
Cio nonostante, stante sempre i limiti della retorica delle commedie italiane, l'idea di base (come sempre sono le sue) è piuttosto originale e non priva di spunti divertenti, che però si perdono in momenti di buoni sentimenti sottolineati troppo marcatamente da musiche che ispirano momenti solenni.
Insomma tirando le somme Tartaglia e la moglie Veronica Mazza sono bravi di loro e si vede, ma sicuramente possono fare di meglio.

Nessun commento: