giovedì, maggio 02, 2013

American Horror Story Asylum

Ieri sera in Italia si è conclusa la seconda stagione di American Horror Story, intitolata Asylum.
Una delle cose belle di AHS è che ogni stagione è assestante e quindi si conclude senza lasciare appeso nulla.
A me è piaciuta tantissimo, nonostante, forse per essere una serie di 15 puntate è stata messa sul fuoco troppa carne, visto che in una sola storia horror, sono stati inseriti elementi come i serial killer, gli elieni, le possessioni demoniache, gli esperimenti su cavie umane, una specie di zombie.... tanta roba che a momenti sembra impossibile arrivare ad una conclusione, ed invece la storia ha una serie di carnini narrativi di ottimo livello, e quindi finisce per concludersi in meniera definitiva, senza lasciare nulla appeso e avendo sempre tutto un senso (sempre relativamente al fatto che ri racconti una storia horror).
Oltre alla storia, spiccano anche i personaggi, tutti belli e tutti interpretati a meraviglia da attori bravissimi.
E poi, mi sbilancio e mi azzardo a dire che American Horror Story Asylum è il telefim con la più bella fotografia della storia delle serie tv. Abuso estremo di grandangolo e stedicam, unito a sapienti giochi di buio ed ombra, ti proietta uno stato di costante angoscia anche nei momenti nei quali non si racconta nulla di eclatante.
Se vi piace il genere e se avete modo di recuperare questo telefilm, non potete non vederlo!

1 commento:

Patalice ha detto...

io ce l'ho tutta myskyzzata e me la farò tutta d'un sorso...