venerdì, maggio 03, 2013

addio a massimo catalano

E' morto Massimo Catalano, che oltre ad essere (nella sua vita seria) un professore universitario era anche un personaggio televisivo molto acuto ed apprezzato, Giunto al successo grazie a quel converticolo di geni che era "Quelli della notte" sotto la guida sapiente di Renzo Arbore, si fece notare come filosofo dell'ovvio, molti anni prima (era la metà degli anni 80) che l'ovvio diventasse, in maniera non ironica, il linguaggio comune della tv attuale. un esempio della sua irona era l'aforimsa:
"È molto meglio essere giovani, belli, ricchi e in buona salute, piuttosto che essere vecchi, brutti, poveri e malati".
 Oppure:
"È meglio lavorare poco e fare tante vacanze, piuttosto che lavorare molto e fare poche vacanze"

3 commenti:

maris ha detto...

Ma che peccato :-( lo apprendo ora da te e mi dispiace tantissimo.
Io sono molto legata a "Quelli della notte" e agli altri programmi di Arbore a cui lui ha partecipato, in casa mia erano un cult!!

gds75 ha detto...

quelli della notte io ero proprio piccolo, ricordo infatti con molto più affetti indietro tutta.

maris ha detto...

Indietro tutta anche è un capolavoro!