mercoledì, marzo 13, 2013

la casa sconsiglia

Upside down
c'è poco da fare, commedia romantica e fantascienza proprio non vanno d'accordo, e le buone premesse col le quali parte il film, veramente in pochi minuti si liquefano di fronte ad una trama che a lunghi tratti sfiora il ridicolo.
Partiamo dalle cose positive, anche perchè sono veramente poche, anzi stringi stringi, a parer mio, sono solamente 3.
1) la gravità inversa. L'idea del pianeta con la doppia gravità è bene studiata e da tutta una serie di spunti niente male
2) Le ambientazioni. La storia racconta di un mondo spaccato in due, da una parte tutti i ricchi dall'altra tutti i poveri che vengono sfruttati dai ricchi. La rappresentazione delle due realtà è ben raffigurata, ed io sin dal primo momento ho avuto la sensazione come di vedere un film ambientato nella vecchia berlino divisa in due dove da un lato avanzava il progresso mentre l'altro lato avvizziva su se stesso. Chissà che non sia stata proprio berlino ad ispirare gli autori del film.
3) l'impatto visivo. Non so se esiste una versione 3d. Io l'ho visto in 2d ed il film ha un impatto visivo veramente poderoso. Il teatro/ristorante al confine tra i due mondi è fatto talmente bene da valere da solo la visione dell'intero film. poi tutte le scene nelle quale le due realtà si incrociano sono a tratti angoscianti e a tratti psichedeliche, tutte senza la minima sbavatura.
Ma le cose positive finiscono qui.
Avevo dimenticato la trama, ma mi pare inutile dirvi altre cose se non che, nel mondo diviso in due dalle differenti gravità una coppia di ragazzi, uno di una parte e l'altro dell'altra si innamora e sfiderà le convenzioni sociale e anche le leggi della fisica.
La trama appunto, a tratti è talmente assurda da risultare ridicola. I personaggi lavorano entrambi per una grandissima società che, di fatto, gestisce il due mondi. AD un certo punto lui pur di stare accanto a lei, che nel frattempo in un trionfo di non-originalità, a causa di un'incidente ha perso la memoria, ruba del materiale dell'altro mondo per sconfiggere la gravità inversa. Ma la società che governa il mondo non si accorge del furto di una cinquantina di chili di metallo.
Il ragazzo, ovviamente è anche il genio della situazione che ha in tasca la formula per ovviare alla gravità inversa. la società per la quale lavora, governa il mondo, ma non è in grado di interpretare il suo lavoro, addidittura lo minacciano per farsi dire quel che sa, ma alla fine lui riesce a scappare e non subisce alcina ritorsione, non vanno nemmeno a mettere sottosopra casa sua, e si che avrebbero trovato il suo quaderno con gli appunti di lavoro li sulla sua scrivania. e la più assurda di tutte e che alla fine a lui ed un'altro scenziato che lo aiuta nell'altra gravità, basta solo brevettare la formula per fregare definitivamente la multinazionele che, suvvia, governa solo il mondo ma non è che può impedire a due sigole persone, una della quali braccata dai militari, di trovare un cavillo legale per ribaltare l'intera società.
ad un certo punto però pare che il loro sogno d'amore stia sfumando che riescano ad allotnatli definitivamente, il che farebbe riprendere un minimo la credibilità del film, ed invece il finale è la cosa più banale del mondo, e ve lo dico pure tanto non vi faccio chissà quale danno, In un tripudio di schifo narrativo lei resta incinta di due gemelli che guarda caso saranno l'inizio del nuovo mondo nel quale la doppia gravità non sarà più un problema....
Morale della favola un film orrendo bello solo da vedere.

Nessun commento: