martedì, ottobre 30, 2012

non esistono più le mezze stagioni

venerdì pomeriggio 26° ieri sera 5° in questi giorni dire che non esistono più le mezze stagioni non è più un banale luogo comune ma un dato di fatto!!!

uragano sandy


Lo so che si tratta di una calamità naturale che sta mettendo in ginocchio la città, probabilmente, più moderna al mondo assieme a tokyo, però devo dire che da osservatore distante queste immagini sono spettacolari.

anche se su questa ho diversi dubbi in merito all'autenticità.


venerdì, ottobre 26, 2012

Misteri ancora irrisolti su fenomenoligia di "psedomiti" della mia adolescenza

Misteri ancora irrisolti su fenomenoligia di "psedomiti" della mia adolescenza.
Un titolo così complesso per dire due cazzate.... tipico mio :-)

comunque c'è una qualcosa che dagli anni 80 e 90 resta li senza una spiegazione vera e valida, e la cosa veramente strana, se non grave, è che non si è trattato di casi isolati, ma di costanti procrastinate nel tempo aldilà di ogni ragionevole comprensione umana e a volte anche divina in sostanta i due misteri irrisolti sono questi

Che nessuno negli anni si sia mai accorto che l'unica cosa paranormale di GIUCAS CASELLA è stata (e a momenti è ancora) il credito che le televisioni gli hanno dato. Mai fatto un solo gesto credibile, eppure era sempre li in tv.

Il secondo mistero riguarda il fatto che in tutta, ma proprio tutta la filmografia di commedie italiane (oggi si chiamano cinepanettoni) sia JERRY CALA' che ANDREA RONCATO abbiano sempre interpretato il personaggio del prototipo del latin lover italiano e soprattutto del SEX SYMBOL.... il piacone da riviera che rimorchia sempre, pieni di donne, preda ambita di belle mogli annoiate di ricchi industriali....ma vi rendete conto? sti due!!!!!
I misteri, temo, resteranno tali per sempre!!!!!

giovedì, ottobre 25, 2012

non mi ricandido... premier

perchè nessuno fa la stessa considrazione che faccio io? e cioè che zio silvio non si ricandida a premier perchè in realtà spera l'anno prossimo di diventare presidente della repubblica? veramente sono il solo che lo pensa?

libero su fabio volo


fabio volo è stato capace di farmi essere d'accordo con qualche cosa scritta su libero... e credo che sia la prima volta in vita mia (e probabilmente sarà anche l'unica)

finalmente fu tablet

Dopo un'incredibile sequenza di vicissitudini, al limite dell'assurdo col corriere TNT che per la bellezza di 6 volte ha mandando indietro il dispositivo con la motivazione che non ha trovato il mio palazzo (e si che è un palazzo di 5 piani con un bar di 200 metri quadrati al piano terra. Ho deciso di farmelo spedire in ufficio, che essendo un palazzo di 15 piani vicino piazza plebiscito, magari diventava più facilmente rintracciabile, ma a quel punto al primo tentativo sono passati giusto 10 minuti dopo la fine del mio orario di lavoro.
Alla fine "buona la settima" e finalmente il giocattolo è arrivato tra le mie mani.
ora non mi tocca che giocarci :-)

martedì, ottobre 23, 2012

Ernest Hemingway

Vi immaginate se Erneste Hemingway, oggi, si presentasse ad una casa editoriale con un manoscritto che narra la storia di un pescatore che passa da solo tre giorni in mare con attaccato all'amo un pesce enorme che non riesce a tirare su?
Per fortuna è nato in un periodo nel quale si leggevano libri senza pensare al film che se ne poteva ricavare, altrimenti non avremmo mai letto il vecchio e il mare.

lunedì, ottobre 22, 2012

Instagram di pioggia

Si è vero che siamo al 22 ottobre e ancora, a Napoli, si gira in pantaloncino e maglietta e che questo caldo più o meno estivo riguarda buona parte dell'italico stivlale, ma circa una settimana fa la mia città è stata investita da una vera e propria tempesta tropicale. nel chiuso del mio ufficio non ho perso l'occasione ri realizzare qualche instagram, eccoveli


 
   

giovedì, ottobre 18, 2012

I 5 dell'invidia volume 3

E' vero, come si dice a napoli sono andato a scavare il cascione, ovvero ho ripreso una specie di meme (tra l'altro invetato da me) che avevo realizzato circa cinque anni orsono. Ma ad essere un blogher di vecchia data questi rischi credo sia all'ordina del giorno.
Quindi iniziamo togliendo un po di polvere dalla memoria, chi sono i 5 dell'invidia
Nel volume uno che potrete vedere qui erano
I CINQUE UOMINI CHE SARANNO SEMPRE E COMUNQUE PIU' BELLI DI ME
nel quale elenencavo 5 uomini molto belli e molto di successo, il che mi porto a pensare alle ingiustizie della vita, non tanto dal punto di vista estetico quanto dal punto di vista dell'equità sociale, e del fatto che se il successo di alcuni uomini era diretta conseguenza della loro bellezza estetica, esisteva, ed esiste ora più che mai, tutta una serie di uomini il cui unico mezzo di attrazione è il danaro (e quindi il potere che ne deriva), pertanto elaborai il volume secondo di questa catena, che potete vedere qui, che si chiamanva
I CINQUE UOMONI CHE SARANNO SEMPRE E COMUNQUE PIU' BRUTTI DI ME MA CHE NONOSTANTE QUESTO AVRANNO SEMPRE E COMUNQUE PIU' DONNE
Capirete che questi altri 5 uomini erano, e sono dei cessi accompagnati da supermodelle....

Ora dopo tanto tempo mi è venuto da considerare, che la bellezza oltre che essere soggettiva (per quanto esistano canoni quasi oggettivamente riconosiuti) non sia comunque garanzia di successo, o comunque di successo duraturo nel tempo.
Lo so già che la vostra prima obiezione sarà una cosa del tipo "ma la bellezza senza il supporto di un talento non porta da nessuna parte" ed io concordo in pieno, anche se Gabriel Garko è la dimostrazione che in italia ci siano più eccezioni che regole, ma la cosa strana è che alcuni di quelli presi in considerazione a questo giro di talento non ne sono proprio sprovvisti.
Dopo questo lungo prologo non mi resta che mostrarvi

I 5 UOMINI CHE PUR ESSENDO SEMPRE E COMUNQUE PIU' BELLI NON SONO RIUSCITI A SFONDARE NELLO SHOWBIZ

Iniziamo da BILLY ZANE. Forse qualcuno dovrà pure fare lo sforzo per ricordarsi di chi stiamo parlando, e questo la dice lunga. L'unico che si merita due fotografie perchè con l'età, come tanti comuni mortali, ha perso i capelli, e gli va dato merito di non aver tentato di mascherare o evitare il problema, col risultato finale che, probabilmente, la calvizia lo rende un uomo ancora più bello.
Come attore non mi è mai dispiaciuto, anche se si ostinavano sempre e comunque a proporlo come novello marlon brando, alla fine non è mai riuscito a fare il salto di qualità rimandendo un'ottimo attore non protagonista, non a caso i suoi migliori ruoli sono stati secondari e come "cattivo, partendo dalla partre del bullo di Ritorno al Futuro, fino all'apoteosi del cattivo di Titanic.
Poi tante produzioni minori e mai un ruolo che esaltasse la sua mimica facciale per nulla scadente.

Su WENTWORTH MILLER ci ho fatto un post dedicato qualche tempo fa.

ASHTON KUTCHER sembrava veramente il golden boy della commedia sentimentale americana, qualsiasi film idiota facesse era un successo al box office, nonostante non fosse per nulla un grande attore, sembrava comunque destinato ad una carriera da superdivo, poi ad un tratto invece si è trovato ad essere solo il marito giovane di Demi Moore, facendo di tanto in tanto qualche altra commedia, sempre di livello bassissimo, senza però avere più l'appeal di un tempo. Non a caso si è riciclato nella tv, inventando e producendo prima un tipico programma stupido di successo, ovvero la versione originale de La pupa e il secchione e cose decisamente discutibili come punk'd. Oggi tenta il rilancio partendo dalla tv in un programma di grande successo come due uomini e mezzo, non l'ho ancora visto ma già so che non sarà all'altezza del suo predecessore Charlie Sheen.

 Ok Fast and Furious è stato un successo planetario per tutti i capitoli cinematografici, però a parte questo PAUL WALKER ha fatto veramente poco, quasi sempre in costume, quasi sempre a concentrarsi sull'addome scolpito, come attore lascia veramente poco, come bellezza invece scommetto che ancora oggi ha molto seguito, pertanto mi meraviglia che non continui a fare film.


E per finire ZAC EFRON che come tanto golden boy è figlio delle tante produzioni Disney. Onestamente, facendo lui prevalentemente musical, io non ho visto suoi film a parte Capodanno a New York, film con una trama così esile da non fare testo, nel quale però recitava al fianco di Michelle Pfifer senza mai essere annichilito da un'attrice di livello planetario, anche lei a dire il vero leggermente mortificata dal ruolo che doveva ricoprire, a detta di molti (quella parte della critica della quale in linea di massima ci si può ancora fidare) è un ragazzo (forse il più giovane del lotto) che di talento ne ha veramente tanto. Bello come un pupazzo della Mattel, dotato di talento, sa ballare, sa cantare e sa recitare eppure non riesce a sfondare veramente solo perchè, il suo momento di sovraespizione mediatica è al momento finito. Di tutti quelli elecati mi pare l'unico che possa uscire facilmente da questo limbo, anche se si sa lo showbiz stelle e strisce è una cattivissima medusa che ti trasforma in pietra se la guardi troppo negli occhi.

Il vostro elenco?

mercoledì, ottobre 17, 2012

chanel n°5

Trovo da un punto di vista estetico, la nuova pubblicità televisiva di chanel n°5 veramente di altissimo livello.
L'idea di usare un uomo, senza dubbio tra i più belli del pianeta, per sponsorizzare un profumo da donna, la trovo, non solo azzeccata, ma anche molto efficace, lo spot ha un equilibiro notevole tra immagini, parole e musica, frtutto di un prodotto pubblicitario di una qualità altissima.
Però c'è un però, Brad Pitt, ribadisco lo trovo uno degli uomini più belli al mondo, e lo ammetto mi piace pure come attore, è poliedrico ed ironico e riesce a far emergere dai suoi personaggi anche altre caratterisctiche oltre alla bellezza, basti pensare i film fatto con sodeberg o i fratelli choen, ciò nonostante lui un questo spot recita il seguente testo

“Non è un viaggio. Tutti i viaggi finiscono, ma noi andiamo avanti. Il mondo gira e noi giriamo assieme a lui. I progetti svaniscono, i sogni prendono il sopravvento, ma ovunque io vada, ci sei tu. La mia sorte, il mio destino, la mia fortuna. Chanel N° 5. Inevitabile”

Il testo di per se non è male, da veramente il senso di "inevitabile". però suvvia Brad Pitt, bello, ricco e sposato con una bella e ricca quanto lui che parla di viaggi che finiscono e noi che inevitabilmente giriamo appresso alla terra coi progetti che svaniscono.... suvvia NON E' CREDIBILE!!!!

Aforisma

LA VERITA' E' SEMPRE RIVOLUZIONARIA.
Antonio Gramsci

martedì, ottobre 16, 2012

sulla polizia di cittadella (PD)

Devo fare due premesse fondamentali.
  1.  Che le forze dell'ordine non mi stiano genericamente simpatiche, credo sia fatto risaputo, ma quanto sto per dire nulla ha a che vedere con questo mio pensiero
  2. La convinzione che mi sono fatto di questa vicenda mi porta, ogni volta che ci ripenso, sempre alla stessa conclusione che finisce per essere un pensiero non lontano, ma lontanissimo dal mio usuale modo di vedere le cose.
La vicenda del bambino di Cittadella, in provincia di Padova, trascinato a forza dalla polizia a seguito di un'ordinanza del tribunale che ne spostava l'affido dalla madre al padre, è un fatto anomalo, che necessita degli giusti approfondimenti, e pertanto non sono qui a fare il giudice ad minchiam, o a fare facili moralismi.
Prima di arrivare ad un pensiero finale mi sono preso la briga di andarmi a leggere qualche articolo che spiegava un po il perchè delle cose. In sostanza la mamma è la figura genitoriale che ha completamente torto nella questione, perchè certo l'amore può finire, si può anche arrivare ad odiare chi una volta si è amato, ma condizionare un bambino raccontangli bugie per condizionarlo psicologicamente è un fatto già di per se, per come la vedo io, da codice penale. Certo anche il padre, acconsentire a che la poliza organizzasse un blitz di fronte la sua scuola in presenza di mezzo paese, fa capire che lui, anche se parzialmente (ma motlo) giustificato dallo stress della situazione, non vivesse un momento di serenità psichica tale da poter effettuare a pieno la figura di padre.
Fatte tutte queste premesse, e chiariti i margini di una questione, comunque difficile da interpretare, io alla fine finisco sempre ad avere lo stesso pensiero che, ripeto e ribadisco è lontanissimo dal mio modo di pensare, ma se io fossi stato una qualsiasi delle due figure genitoriali, se pure avessi avuto solo e soltanto torto in questa questione, vedere la poliza che maltratta un bimbo, e ABUSA palesemente della propria figura, mentre invece dovrebbero rappresentare, per definizione la SICUREZZA PUBBLICA, quindi anche la mia, la vostre e a maggior ragione di quel bimbo, mi manda il sangue agli occhi. Se si fosse tratttato di mio figlio, giuro mi sarei andato a cercare ad uno ad uno tutti i polizziotti sotto casa col solo intento di fargli cagare sangue.....
Lo so alla fine il ragionamento è sbagliato, ma non riesco a ripensare a questa storia senza arrivare a questo finale!!

AKG TIESTO



 

Nostalgia Sardella

Fabio volo in tv è così scarso, ma così scarso, ma così banale, ma così poco originale, ma così triste che fa venir nostalgia perfino di Luca Sardella