venerdì, ottobre 28, 2011

In pensione a 67 anni


Ma vi rendete conto che se passa la rifoma e noi maschietti andremo in pensione a 67 anni, vorrebbe dire che io, con i miei quasi 12 anni di fortunatissimo servizio a tempo indeterminato (e rispettivi versamenti pensionistici) dovrei di colpo lavorare altri

31 ANNI

Non ce la posso fare.....

giovedì, ottobre 27, 2011

3 ricordi dal passato

Stamattina mi sono svegliato con l'intenzione di riesumare dalla mia memoria non 1 non 2 ma ben 3 inutilità del passato.

BUSTA DEL LATTE TRIANGOLARE

Quando ero bambino e mia madre mi mandava alla salumeria sotto casa a comprare il pane ed il latte (si perchè quando eravamo piccini noi i bambini di 7/8 anni potevano scendere per strada tranquillamente anche da soli) Il latte si vendeva o nella bottiglia di vetro o nella busta triangolare, ed era solo quello della centrale del latte di napoli. Non so perchè agli albori del tetra pack si scelse questa singolare forma per il package del latte, però mi ricordo che era una cosa distintiva ed originale, anzi mi meraviglio che in questo periodo storico ricco di tante forme di revival nessuno abbia ancora pensato di riproporre la busta triangolare.

POSTALMARKET e VESTRO




Mia nonna non ha mai comprato nulla per corrispondenza, eppure ogni anno in casa c'erano sempre si a postalmarket che vestro, idee imprenditoriali che per me, ancora oggi restano un vero e proprio mistero.

OROLOGIO A FASI LUNARI


I teleimbonitori degli anni 90 vendevano in ogni forma, materiale e colore l'orologio a fasi lunari e la loro enfasi era tale che pare che l'unica cosa che contasse veramente fosse sapere, ogni volta che si guardava l'ora, la posizione della luna... quasi potesse influire sull'umore come fa sulle maree. Una volta ricordo di una televendita nella quale se ne vendeva uno che era anche subacqueo, ed il televenditore diceva una cosa del tipo "pensate potete fare le immersioni e sott'acqua sapere la fase della luna" ma a che pro????

Napoli 2 Udinese 0

Ma che goal ha fatto Lavezzi???


mercoledì, ottobre 26, 2011

Il risparmio non è mai guadagno


O detto proprio in dialetto napoletano "O SPARAGN NUN'é MAI GUARAGN" (mi perdoneranno i puristi del dialetto per come ho scritto).
Volevo finire questo post dicendo la frase "CHE ORMAI IN QUESTO PAESE LE POMPE HANNO RAGGIUNTO PREZZI INACCESSIBILI" ma il gico di parole sarebbe fin troppo scontato da essere degno di un finale, ma è pur sempre abbastanza simpatico da non dover essere sprecato solo nella mia mente.
Ma arriviamo al cuore della discussione, a quale pompa mi riferisco?
in realtà le pompe sono 2, c'è la pompa di benzina e c'è la pompa della benzina dello scooter.
Sulla strada tra Acerra e Casalnuovo, più o meno nei pressi dello svincolo autostradale che sono solito prendere per recarmi al lavoro c'è una pompa "no brand" ovvero quelle che non comprano la benzina dai grandi marchi petroliferi, una di quelle pompe che le associazioni di consumatori indicano come via per poter tenere il più basso possibile il costo della benzina senza fare "cartello" (ammazza quante virgolette in questo post).
Effettivamente questa pompa ha mediamente il prezzo della benzina più basso della media, che vivendo io nella città col costo della benzina più alto d'italia è una cosa da cercare come i cani cercano i tartufi. Quindi la benzina verde che in centro città ha toccato anche quota 1.70€ e che mediamente non sta sotto 1.620€ li costa ancora 1.529€. e il gasolio che in centro tocca anche 1.60 e che mediamente non costa meno di 1.50€ li costi ancora 1.399€.
Una bella favola direte voi.... ed ivece qui nasce l'inghippo, perchè pur non potendo avere una confutabilità che mi porti a rivalermi verso il benzinaio, ho la certezza data dall'esperienza del meccanico, che proprio il continuo uso di questa benzina, evidentemente di scarsa qualità, di scadente raffinazione e ricca di aggiunte di additivi chimici, sia stato il motivo principale, se non unico dell'intasamento per calcificazione calcarea della pompa della benzina dello scooter che ha provocato anche la rottura della annessa pompa elettrica. Morale della favola 400€ di danni ad un componente che solitamente nelle moto è indistruttibile.
Orami l'occhio della testa è andato ed è meglio non pensarci più, però quanto è vero l'adagio popolare che dice "O SPARAGN NUN'è MAI GUARAGN"

p.s. la foto non c'entra niente ma l'ho usata per attirare l'occhio di chi passa :-)

PIF il testimone

Molto onestamente ancora non ho capito se si tratta solo di repliche o se sono puntate vecchie mischiate a puntate nuove, sta di fatto che, purtroppo, io ho scoperto questa trasmissione solo da poco, e me ne sono lettralmente innamorato, li stile da iena, mischiato all'inventiva del ragazzo del sud e alla sagacia della persona intelligente fa si che Pif in ogni puntata affronti un "mondo" sociale con irriverenza ma senza essere mai superficiale.
Riesce a raccontare bene l'aspetto umano che incontra facendone sempre emergere anche i lati negativi che spesso diventano grotteschi. E così passa dalla movida di ibiza alla vita circense, dalla bellavita della costa smeralda ai neomelodici, sottolineando sempre il suo punto di vista che è quasi sempre quello di un estraneo che si trova in un ambiente che non conosce per niente, o che perlomeno finge benissimo di non conoscere affatto.
Ripeto non so se mi sto solo drogando di repliche, ma se MTV non produrrà più puntate de Il testimone avrà perso l'occasione, purtroppo in italia sempre più rara, di offrire un prodotto che coniughi alla perferzione qualità e godibilità.

martedì, ottobre 25, 2011

RCA a Napoli

Siamo subbissati di pubblicità, su come risparmiare sulle polizze auto, presutna gente comune che dichiara in spot di risparmaiare 100, 200, financo 300 euro sulla polizza auto.
Ma io che vivo a Napoli mi chiedo sempre "MA DOVE???"
L'assicurazione auto nella mia città è diventata una piaga sociale, anzi addirittura un lusso.
Quando avevo 21 o 22 anni ed in casa avevamo tutti e 4 i familiari la patente e, più o meno, lavoravamo già tutti ci siamo permessi il lusso di avere fino a 4 auto, e una quindicina di anni fà assicurare 4 auto costava circa un milione e mzzo di lire ,e già si considerava una spesa enorme per le auto, oggi io pago 1300€ solo per lo scooter.
Ma torniamo ai siti e fatevi sta risata appresso a me, eccovi i preventivi di FACILE.IT per rinnovare l'assicurazione della nostra auto, Attenzione si tratta solo di RCA senza considerare incendio, furto, e danni al conducente.

Facile.it - Homepage
Assicurazioni Mutui Prestiti Conti
Facile.it - Riepilogo Preventivo Auto



grazie per aver utilizzato Facile.it. Abbiamo calcolato i migliori preventivi per la tua assicurazione auto considerando le offerte di 18 compagnie assicurative.

Il premio annuo più conveniente è 929,45€.

I migliori preventivi per te: solo garanzia RCA.
Affrettati, i prezzi sono in continuo aumento!

Compagnia Informazioni Prezzo Blocca il prezzo
Quixa Emissione:
Immediata 929,45 € VAI
Milano Assicurazioni Emissione:
24 ore 1.333,99 € VAI
ConTe Emissione:
24 ore 1.397,60 € VAI

Preventivi consigliati da Facile.it: RCA + Infortuni conducente.
Abbiamo selezionato per te le garanzie più acquistate da utenti con il tuo profilo

Quixa Emissione:
Immediata 968,36 € VAI
Milano Assicurazioni Emissione:
24 ore 1.359,62 € VAI
Fondiaria-Sai Emissione:
24 ore 1.427,05 € VAI

Ora tenersi la macchina è un lusso o no?

Joss Stone

Ecco un altro talento, esploso a livello planetario e poi scomparso, il suo primo disco, inciso quando lei aveva soli 16 anni, per me era una vera droga.
Altra ragazza bianca con la cosiddetta voce "nera" quel tipo di talento che ogni anno inutilmente cercano nei talent italiani.
Voce incredibile, arrangiamenti di altissimo livello e marketing curatissimo... poi il buio più totale.
Credo che negli stati uniti abbia fatto anche altri dischi che qui non sono più arrivati, peccato perchè il talento della ragazza è veramente notevole.

giovedì, ottobre 20, 2011

Ditemi ancora che sono snob

http://iosmetto.files.wordpress.com/2008/03/treno9991vn43.jpg

Insomma la mia refrattarietà per i mezzi pubblici è arcinota, anche su queste pagine non è mancata occasione per dire quanto poco mi sia gradito muovermi con treni, bus, funicolari e quant'altro. Questa mia avversione è talmente radicale che puntualmente chi è abituato a muoversi col pubblico servizio mi critica etichettandomi come fraccomodo, pigro e financo SNOB come se nella mia avversione risiedesse un recondito desiderio di non mischiarmi agli altri comuni mortali che ogni giorno fanno i pendolari.
Ed invece le mie ragioni sono sempre state dettate da desiderio di praticità e soprattutto di autonomia... in sostanza non voglio dipendere da null'altro che non siano i miei mezzi.
I miei mezzi appunto, capita che la moto sia guasta e quindi dal meccanico (che spero vivamente non mi mandi sul lastrico) e quindi stamane avevo deciso di prendere il treno per andare al lavoro, sia per evitare di andare con l'auto in quartiere dove è mission impossible parcheggiare, sia per non lasciare mia moglie completamente priva di mezzi di movimento. Quindi sposto la sveglia che, attenzione, normalemnte è gia puntata alle 5.50, alle 5.20 per poter avere tutto il tempo per fare le mie cose con calma e andare in contro ad eventuali ritardi. mi sveglio questi 30 minuti prima, mi preparo scendo e vado alla stazione... alle ore 6.10 sono li peccato che la biglietteria sia chiusa e non apra prima delle 7.00 e che l'edicola nei pressi della stazione sia ancora chiusa (probabilmente è l'unico edicolante che a quell'ora dorme ancora). quindi nasce il dubbio amletico "e mo come lo faccio il biglietto?" arriva il treno delle 6.12 si aprono le porte esce il controllore e dico
"scusi, la biglietteria è ancora chiusa dovrei fare il biglietto sul treno"
e lui
"non è possibile e se prende il treno le devo fare la multa di 40€ più il prezzo del biglietto"
O__o
il treno parte e non lo prendo.
Arriva il treno delle 6.17 scende il controllore stessa identica discussione
O__o
e io aggiungo "ma io il biglietto lo voglio fare mica voglio viaggiare a scrocco!!!"
non prendo nemmeno questo treno...
ma a questo punto raggiungiamo l'apice della mia mattina in stazione.
Becco un controllore sul binario che non so cosa stesse aspettando
"scusi? ma a quest'ora se uno vuole fare il biglietto dove lo deve fare?"
e fate molta attenzione a questo signore e alla sua risposta che è stata la seguente non prima di essersi fatto un blasfemo segno della croce
"COMINCIAMO COI CACAMENTI DI CAZZO STAMATTINA!!!!"
gira i tacchi e si allontana....
Allora io, che bene avrei fatto a fargli il cranio in 3 o 4 porzioni... mi trattengo e gli dico
"non se ne vada... non cammini, finisce che si stanca troppo, vista la voglia che ha già di lavorare"
(a dire il vero non ho usato proprio queste parole)
Morale della favola torno a casa e alle 6.30 sono in auto che mi reco al lavoro, dove evidentemente è entrato in azione il karma ed ho trovato immediatamente parcheggio.
Alla fine di questa mia grottesca avventura, che vi prego di credermi non è inventata in nessun passaggio, vi porgo queste due domande retoriche
PROPONETEMI ANCORA DI USARE I MEZZI PUBBLICI?
DITEMI ANCORA CHE SONO SNOB?

grandangolo

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/b/be/Teatro_Regio_-_sala_(grandangolo).jpg

Caro il mio grandangolo, ottica corta tanto agoniata, mi sa che devi aspettare ancora un po prima che io ti compri.....

notte di champions

http://img36.imageshack.us/img36/3922/altov.jpg

MA QUANTO è BELLO IL SAN PAOLO VESTITO A FESTA!!!!
(ANCHE SE ANDREBBE ABBATTUTO E RIFATTO DA ZERO)

lunedì, ottobre 17, 2011

in cucina col corto

Ieri ho avuto un po di tempo ed allora mi sono cimentato nella cucina, che è una cosa che sempre mi piace tanto. mi sono cimentato in un piatto unico, ovvero strozzapreti al pomodoro con trancio di pezzogna (detta anche occhione). Sugo realizzato col pesce e pasta risaltata in padella.
Ecco il prodotto del mio lavoro...

the walking dead

http://www.spaziogames.it/images/cinema/news/2011/9/54586/locandina_per_the_walking_dead.jpg

Dopo un po di attesa, finalmente arriva la seconda stagione di THE WALKING DEAD, in prima tv italia su fox tv. La prima miniserie mi è piacuta veramente molto, un omaggio al cinema classico sugli zombie, senza però diventarne l'imitazione o la caricatura. Ho letto un po in rete, stando attento a non incappare in qualche spoiler, che la seconda serie, a differenza della prima, oltre ad essere lunga il doppio, sarà meno incentrata sulle conseguenze umane e psicologiche che un'epidemia zombie provocherebbe, spostandosi più sull'aspetto di interazione e guerra ai non morti. morale della favola, se non lo avete mai visto, vi consiglio caldamente di guardare THE WALKING DEAD

ingolfato

http://www.lost-least.it/_aa-deposito-FOTO/FOTO-elba/02-Ruspa%20e%20scavatrice/11-reger-ingranaggi-7572-BN.jpg

Stamattina, per la prima volta da quando l'ho comprato 6 mesi fà circa, il mio tmax mi ha lasciato a piedi, in quanto totalmente ingolfato....
speriamo bene!!!

mercoledì, ottobre 12, 2011

Questo non è un CAPPELLO

Mio autoscatto, come omaggio a Magritte, che è uno dei miei pittori preferiti.
Visto che qualcuno ha sostenuto il contrario dico subito che non è un fotomontaggio, ho infilato un cucchianino nella mela e la tenevo ferma nella bocca. Ovviamente qualche ritoccho con photoshop l'ho fatto, e visto il mio scarso talento nella post produzione penso si noti sin da subito.
Che ve ne pare?

Pollice nero

ho un pollice così nero, ma così nero, ma così nero... che a casa mia muoiono anche le piante di plastica!!!

martedì, ottobre 11, 2011

Henry Cartier Bresson

Henry Cartier Bresson, ovvero quando si dice un grande artista e soprattutto quando si dice una mente innovativa avanti anni luce rispetto agli altri comuni mortali, basti pensare che molte di queste foto sono state fatte negli anni 30










blogger è chi il blogger fà


E si, sarebbe veramente bello fare il blogger per mestiere, e non parlo tanto di scrivere quello che ti pasta per la mente, quanto piuttosto condividere con gli altri blogger tutti i pensieri trattati, e quindi più che scrivere il proprio la parte migliore è leggere i blog altrui, essere follower e usare sempre gli rss.
Eppure in questo periodo, già aggiornare il mio non è una cosa semplicissima da fare, figuriamoci leggere i blog altrui...
Si insomma questo è uno di quei post che periodicamente si scrivono per lamentarsi che non si ha il tempo per curare la blogfera così come si vorrebbe... verranno periodi migliori... spero!

lunedì, ottobre 10, 2011

sei talmente vera che sei finta


Premesso che come detto già in altre occasioni la conduttrice di canale 5, rialscia interviste solo ad altre trasmissioni mediaset, solo per sottolineare il sistema autoreferenziale ed autoalimentante delle reti del biscione, se c'è una cosa che ad ogni intervista Barbara D'urso ci tiene sempre a ripetere è che se lei ha successo (e purtroppo ne ha pure tanto) è perchè lei è una donna spontanea, autentica, uguale alle donne che la guardano dall'altra parte dello schermo, sincera, non costruita... in poche parole lei si autoproclama una persona VERA!!!!
Qui veramente non c'è limite al pudore... Barbara d'urso è una donna autentica quanto lo possono essere i cd di Gigi D'alessio venduti in spiaggia dagli immigrati.
Come può mai essere una donna comune una che passa il 90% del proprio tempo in tv, che vive parlando con lo stesso approccio della rumba di Marcella Bella, dei findanzati del grande fratello che si lasciano e dell'omicidio di una ragazzina... ovviamente per me è inutile dire che l'approccio è solo quello sensazionalistico fatto per lasciare a bocca aperta gli spettatori.
Porca miseria sull'omicidio si Sarah Scazzi ci manca solo che annuncino un servizio sulla riesumazione del cadavere della ragazza... è l'unico sciacallaggio che ancora non hanno fatto... e temo che possano anche valicare questo limite.
Le facce che fa Barbara d'urso sono talmente autentiche e spontanee (vedi foto) che io ho la certezza assoluta, che nessuno mi toglierà, che ogni volta che succeda una disgrazia, tipo l'omicidio una ragazzina, la morte di un bambino e tutte quelle brutte cose che purtroppo ogni tanto succedono, prima di andare in onda si metta di fronte lo specchi e faccia le prove!!!!

paradosso culinario


Se siamo arrivati al punto che Gualtiero Marchesi debba fare la ricetta per un panino di Mc Donald stiamo veramente rovinati.....
La cucina italiana è un'arte e come tale andrebbe trattata e tutelata!!!

Napoli Film Festival - FOTOgrammi


Sono lieto di vantarmi del fatto che nell'ambito del Napoli Film Festival, nella sezione del concorso fotografico FOTOgrammi, che ha come tema foto ispirate a pellicole cinematografiche, una mia foto è stata ammessa in finale e sarà oltre che in concorso anche in mostra a Castel sant'Elmo per tutta la durata del festival.
Inutile sottilineare l'orgoglio di essere in finale da amatore insieme a tante foto realizzate da professionisti.
Vi terrò informati sugli esiti....