lunedì, settembre 08, 2008

caro vigile

Caro vigile napoletano, veniamo noi con questa mia addirvi una parola (citazione a totò peppino e la malafemmina)
Tralasciando la multa di stamattina di 36€ per un dispositivo di traffico a dir poco geniale...
si perchè solo un genio poteva pensare di fare divieto di sosta assoluto dalle 8 alle 10 per tutto il centro urbano per tutti i giorni della settimana, ovviamente senza aumentare le corse dei mezzi pubblici e senza ultimare sta cazzo di metropolitana che pare che stanno facendo la muraglia cinese.
L'oggetto del mio sollecito però vuole essere un altro.
Capisco che d'estate il personale sia ridotto e che si voglia tenere anche un atteggiamento più benevolo (capisco fino ad un certo punto), e che quindi per le vie del centro si vedano ragazzi girare senza casco, ma ora le ferie sono finite!!!
Io appartengo alla generazione che ha cominciato a guidare i motorini quando l'uso del casco non era obbligatorio, e quando la legge fu fatta ricordo quanta difficoltà c'è stata prima di vedere il casco come abitudine in una città che è refrattaria a tutte le novità e a tutte le imposizioni.
Poi però l'abitudine è arrivata, e al pari di tutte le città civilizzate del mondo il casco a Napoli è stata buona abitudine.
Questa estate invece mi pare che vi siate lasciati andare un po troppo, e siccome l'accusa di essere lavoratori che per lo più si rubano lo stipendio è spesso reale e verificabile, vi invito nuovamente a porre rimedio, anche perchè, e lo dico da motociclista, anche se è un luogo comune e una frase retorica è anche vera:
"IL CASCO TI SALVA LA VITA.... MA VERAMENTE!!!"

7 commenti:

Giulianissima ha detto...

Purtroppo questo vale anche a Taranto, da cui sono tornata proprio oggi: ieri, ad esempio, ho visto uno con il casco slacciato e poggiato sulla testa e un bimbo dietro col caschetto per la bicicletta. Io dico: ma a chi vuoi fare il dispetto? Se cadi sei tu che rischi, è il bambino che porti dietro a rischiare. Di vigili manco l'ombra, a parte in centro, dove controllano spasmodicamente che l'orario sui fglietti sul cruscotto sia giusto. In caso contrario, via alle multe!
Tanti i mestieri mal visti, dicevamo prima su msn (esattori, giornalisti ecc) , ma vogliamo parlare dei controllori sugli autobus? mestieraccio. Io mi incazzo però quando vedo che chiedono il biglietto al ragazzino o al pesionato e non alla faccia da galera o allo zingaro. Non si pensasse male...tanto pensate male lo stesso.

Robba12 ha detto...

Sante parole amico mio e poi costa così poco mettersi il casco...

Moony ha detto...

mio fratello è salvo per il casco perchè, ligio al dovere, il giorno in cui è iniziato l'obbligo del casco per i motociclisti, lui ha fatto un incidente e il casco gli ha salvato la capa tosta che già tiene di suo..
il casco salva la vita, veramente

Vax ha detto...

Purtroppo quello del casco è un problema in diverse zone e non riesco a capire perchè le forze dell'ordine continuino a far finta di niente.

Probabilmente i ragazzi non riescono a capirlo, ma che almeno le forze dell'ordine facciano il loro mestiere!!!

Qualche tempo fa ci fu anche un servizio di Striscia mi pare dove veniva fatta notare questa cosa al capo dei vigili...... ma alla fine niente è stato risolto!

LAURA ha detto...

L'italiano medio se ci sono delle regole tende sempre a trasgredirle, anche a costo di mettere a rischio la propria vita. E' più forte di lui. La stessa cosa vale per esempio per le cinture di sicurezza. Questo davvero non l'ho mai capito...

Anonimo ha detto...

Caro Gds temo che la tua preghiera non sarà accolta nè a Napoli nè altrove. E' molto più comodo mettere una multa che inseguire ragazzi in motorino.... Hai mai controllato che sui mezzi i controllori chiedono il biglietto solo agli italiani e addirittura salgono se possono solo in corse dove i passeggeri sono italiani? Chiediamoci il perchè e andiamo.
Magda in perenne stato di controllo dai controllori dell atm

Miss Dickinson ha detto...

E pensare che mettersi il casco è a costo zero, eppure a certe persone non entra proprio in testa.
Comunque è vero che i vigili si accaniscono soprattutto con gli automibilisti che vogliono parcheggiare, che so, per andare a lavorare. Qui a Montecatini abbiamo gli ausiliari del traffico addetti alla sosta che non perdonano. I vigili urbani invece girottolano per la città e se incrocano un guidatore con il cellulare all'orecchio, fingono di non vederlo perchè sarebbe troppa fatica star lì a chiedere i documenti, scrivere il verbale, sai che palle.
Però il ragazzino, con il casco, ma che ha un passeggero dietro, stai tranquillo che lo tartassano ben bene.