giovedì, novembre 29, 2007

basta crederci

Basta crederci a quello che ci raccontano le pubblicità.
Purtroppo l'Italia (e credo anche tutto il resto del mondo) ha leggi troppo permissive a riguardo, e quindi non importa cosa uno spot ci stia raccontando, quante invenzioni, menzogne, mezze verità e cose ridicole riescano a mettere in trenta secondi di promozione, tanto la verità passerà scritta sotto a duecento all'ora con caratteri così piccoli che a meno che non ci si concentri e si faccia attenzione solo a quelli, le frasi scritte non potrebbero essere mai lette.
ecco i primi 2 esempi che mi vengono in mente

DANACOL
in sostanza questo prodotto è uno yogurt liquido al quale interno è stata aggiunta della flora batterica ed alcune sostanze prive di colesterolo.
Lo spot fa vedere un uomo che nel giardino della sua villa (non sia mai che un protagonista di uno spot sia un morto di fame) sta seppellendo le chiavi della macchina.
Alla domanda della moglie (ovviamente strafiga fashion) su cosa stia facendo, lui mostra e analisi che gli danno valori alti di colesterolo, e quindi dice testuale "da oggi una vita sana" il che vuol dire alimentazione corretta abbinata ad attività fisica.
La moglie lo ferma e dice "ma no, basta un danacol al giorno e poi ricontrolliamo le analisi"
Quindi da quello che dice lo spot potresti anche mangiare un maiale con tutti i peli soffritto nel lardo, ma bevendo danacol il colesterolo resta al suo posto.... se magari!!!
la scritta minuscola in basso nello schermo dice
ABBINATO AD UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE
quindi quello che dice lo spot è, diciamo così, lievemente ottimistico.
Secondo esempio

KELLOG'S EXTRA
Non descrivo lo spot perchè sarebbe lungo, però la morale che vuole trasmettere il messaggio pubblicitario, è che non è vero che per fare la dieta si deve mangiare di meno, quando gli alimenti non fanno ingrassare, e quindi non si deve saltare la colazione visto che esistono i kellog's extra ricchi di fibre e altre cose che oltre ad essere buonissimo sono anche dietetici.
E a questo punto della spiegazione lo spot fa vedere un tazzone di latte pieno di cereali, veramente invitante
Peccato che nella scritta veloce e piccolissima si dice che per restare dietetico il prodotto a colazione va preso in questo dosaggio "30 grammi di cereali in 125 cc di latte" ovvero, per farvelo figurare d'avanti agli occhi, un pizzico di cereali in mezzo bicchiere di latte.... alla faccia delle ricca colazione.
Insomma il senso credo che sia chiaro, senza nemmeno dover scomodare quelle belle invenzioni come il FUNGHALT, lo ZINCOPIRITIONE,la PANCA AD INVERSIONE e chi più ne ha più ne metta.
Insomma la morale, forse, è che alla fine siamo tutti un po troppo creduloni.

13 commenti:

LAURA ha detto...

Il problema è che anche se uno sa che la pubblicità è ingannevole alla fine si fa influenzare lo stesso.... di esempi ce ne sarebbero un sacco. Buona giornata!

Colombina ha detto...

Io ho provato KELLOG'S EXTRA, ne devo mangiare quasi mezza scatola prima di sentirmi piena (ce ne sono quattro di numero al prezzo di 3 euro)

Monicanta ha detto...

Questo è il motivo per cui ad un cero punto della mia vita ho deciso che non volevo più diventare grafica pubblicitaria.... prendere per il culo la gente è qualcosa che mi riesce male....

gabry ha detto...

ahhh e io che per dimagrire mangiavo kg e kg di kellog's!!

Goccia ha detto...

perdonami ma vado davvero di fretta, ti dico solo che il mio blog non esiste più ora mi trovi qui:
http://www.myspace.com/gocciafra
con più calma torno a leggerti

Miss Dickinson ha detto...

Hai fatto delle considerazioni molto giuste. In effetti quella del Danacol l'avevo notata anch'io, ma la cosa terribile è che dopo un po', non dico che ci credi, ma pensi che forse provarci non sarebbe poi così male. Ed è lì che entri nel perverso meccanismo che adorano i pubblicitari. Loro ti hanno convinto con uno spot cretino, dove un deficiente sotterra le chiavi in un giardino che sembra più il parco di Villa Certosa che il giardino di una villetta a schiera, abbia risolto veramente il problema del colesterolo.
E allora lo compri, spendi dei soldi inutili, loro sono felici e tu ti senti un fesso di proporzioni colossali..

La Redazione ha detto...

Booooooni i kellogs al cioccolato!!!!
Però non li prendo praticamente mai, proprio perchè per nutrirmi dovrei mangiarne due scatole!

francy ha detto...

Mmmmmm.... Quella sopra sono io: oggi blogger fa gli scherzi???

pensierorosa ha detto...

io oggi ho comprato il dentifricio che aiuta a riparare lo smalto...
(BIOREPAR BLANK)
alla fin fine tutti ci caschiamo no?

vera ha detto...

Io ho comprato un prodotto per lisciare i capelli della Nivea....e mi sono ritrovata i capelli mossi (mai avuti in 28 anni di vita).
Mi è servito di lezione!

Tata ha detto...

Ma quante ore davanti alla tv avrai dovuto passare per riuscire (in ordine) a vedere, leggere le prime tre parole, leggere le altre tre parole, leggere le ultime 4 parole, prima di sapere cosa ci fosse scritto in piccolo piccolo??

http://tataemma.splinder.com

gds75 ha detto...

laura alla fine alcuni prodotto sono anche migliori degli altri, il fatto è che non basta dire mangiate i cerali perchè sono buoni, il messaggio che deve ingannare è quello che colpisce la cosa su cui si è pi sensibili, così facendo passa in secondo piano il fatto che alla fine i cereali sono pure buoni.

colombina e magari se ne mangi più di quanti ne dicono fanno anche ingrassare :-)

monicanta anche io volevo fare il copyrighter...

gabry pensa a me che invece metto fette e fette di pane nel latte ;-)

goccia passo a vedere la novità

miss ribadisco il concetto che poi magari alla fine danacol è pure buono e uno potrebbe berlo solo perchè gli piace.

francy prova a far colazione con le loro proporzioni, secondo me dopo una settimana uno diventa nervoso per la fame :-)

pensierorosa magari in commercio ci sono anche cose che fanno veramente quello che dicono, nelle pubblicità che ho citato io il controsenso sta nel fatto che loro dicono un concetto e che sotto piccolo piccolo esce scritto quasi in contrario

vera visto?
vogliamo parlare dello schampoo rivitalizzante?
lo sai che i capelli sono cellule morte?
come si rivitalizzano le cellule morte?

tata per fortuna ho sempre avuto un buon colpo d'occhio

Mariangela ha detto...

hai zompato la Unicredit. Il prestito facile è una cacchiata. Nel senso che col decreto Bersani qualunque trasferimento è a costo zero e a completo carico della "nuova banca" in cui porti i soldi. Bella trovata eh?!

PS Non posso mettere il mio indirizzo splinder...